Calcio, l’IFAB pronta a cambiare le regole: calci di rigore, falli di mano e sostituzioni

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

L’International Football Association Board (IFAB), l’organo che ha il potere di stabilire qualsiasi modifica ed innovazione delle regole del gioco del calcio a livello internazionale e nazionale, starebbe pensando a diversi cambiamenti per il prossimo futuro.
Quello più importante sarebbero i calci di rigore dove si vuole cambiare totalmente la regola: infatti potrebbe venire eliminata la possibilità, in caso di rigore parato, di raccogliere la respinta del portiere; in questo caso il gioco si riprenderebbe con una rimessa dal fondo e toglierebbe tutte le polemiche ogni qual volta i giocatori entrano in area prima che il giocatore tiri dal dischetto il penalty.

Una seconda novità riguarderebbe il fallo di mano; l’altra novità potrebbe riguardare il fallo di mano. Potrebbe infatti venire eliminata la parola “deliberatamente” dal regolamento, per definire il fallo di mano nel caso di posizione innaturale di mano o braccio al momento del contatto col pallone. La preoccupazione riguarda il fatto che i giocatori in attacco possano mirare di proposito al braccio dell’avversario per ottenere il fallo.

Leggi anche:  Dove vedere Cile-Bolivia, streaming e diretta tv in chiaro Copa America?

Ma la rivoluzione non finisce qui, perchè al vaglio c’è anche il tema riguardante le sostituzioni, con l’intento di bloccare o limitarne l’uso durante i minuti di recupero nel finale di partita e insieme a ciò si starebbe pensando anche alla possibilità di eliminare l’obbligo per i giocatori sostituiti, di uscire dal campo all’altezza delle panchine dove sta il quarto uomo, obbligandoli invece ad abbandonare il terreno di gioco nel punto più vicino dove si trovano al momento della sostituzione (linea laterale o di fondo). Tutto ciò verrebbe fatto per limitare il più possibile le perdite di tempo degli allenatori e dei loro giocatori.

La discussione ufficiale sulle modifiche sarà deciso con un voto a maggioranza (75%) nella riunione di Londra dove saranno presenti quattro associazioni locali che fanno capo all’IFAB con un voto a disposizione ed un organo unico della FIFA che può contare su quattro voti e per l’approvazione ne sono necessari sei. Se sarà raggiunto il quorum, il tutto sarà deciso il prossimo marzo quando verrà indetta l’Assemblea generale, in cui si confronterebbero due comitati incaricati dal Board: quello del calcio composto da ex calciatori, allenatori, direttori tecnici e membri FifPro (Federazione Internazionale calciatori professionisti) e quello tecnico formato da ex arbitri di tutte le confederazioni.

  •   
  •  
  •  
  •