Champions League, Inter: cosa devono fare i nerazzurri per qualificarsi?

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Lionel Messi – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

A 10 minuti dal termine della partita di Wembley tra Tottenham e Inter, i nerazzurri erano già qualificati agli ottavi di Champions League con un turno d’anticipo poi, proprio nel miglior momento della squadra di Spalletti, all’80° è arrivato il goal di Eriksen che ha cambiato le carte in tavola del Girone B, ponendo il destino della qualificazione nelle mani della squadra inglese.  Le due squadre attualmente si trovano entrambe appaiate a sette punti ma, in virtù del goal sempre di Eriksen segnato al San Siro, è in leggero vantaggio negli scontri diretti. Quindi, se la fase a gironi della massima competizione europea si chiudesse oggi, passerebbe agli ottavi la squadra londinese.

Cosa deve sperare l’Inter la prossima giornata per approdare tra le migliori sedici squadre d’Europa?
Ci sono due possibilità:
1)Inter che vince contro il Psv (ultimo del girone con un solo punto guadagnato) al San Siro e il Barcelona, al Camp Nou, che ferma il Tottenham con un pareggio o con una vittoria.
2)Inter che pareggia contro il Psv e il Tottenham perde in casa del Barcelona.

Leggi anche:  Colpo di scena Inter, il portoghese non va più via?

In altre circostanze, magari con un Barcelona ancora in corsa ad ambire a qualche obbiettivo nel girone, l’Inter sarebbe stata considerata la favorita per il passaggio del turno in quanto i catalani non perdono in casa una partita di Champions League dal lontano 1 Maggio 2013 (Barcelona-Bayern Monaco 0-3). L’unico dubbio che sorge in vista del match tra il Barcelona e il Tottenham è proprio la presenza/mancanza di stimoli da parte dei catalani che sono primi del girone a 13 punti senza nulla da chiedere al girone.
Statistiche alla mano, la squadra di Messi, al Camp Nou, sembra avere sempre stimoli per far bene e per regalare gioia ai propri tifosi.

Di questo avviso è anche il tecnico nerazzurro, Luciano Spalletti che, proprio nel post partita di Londra, ha dichiarato: «Io non so che farà il Barça, ha una fila di vittorie in casa che non può andare a sciupare in una gara di Champions, io sono convinto che a questo livello sono discorsi che non si possono fare». Non perdono da oltre cinque anni in casa in Champions: «Gente come Piqué e Messi non può essere messa in dubbio, io non mi preoccupo».

Leggi anche:  Inter, niente paura per Lukaku, l'attaccante allontana il City

Mentre chi si è guadagnato la possibilità di avere il destino nelle proprie mani, è convinto di poter battere il Barcelona e realizzare una vera e propria impresa. Il tecnico degli Spurs ha dichiarato: «Può accadere ancora tutto. Non parlo mai di missione impossibile. Al contrario: a Barcellona è una missione possibile. Bisogna crederci. Sarà dura, ma dobbiamo crederci».

Anche l’attaccante principe del Tottenham, Harry Kane, ci crede e ha affermato: «Giocare su questo campo non è facile. Nel primo tempo abbiamo creato due occasioni importanti. La cosa importante è stata non incassare gol. Daremo tutto a Barcellona. Missione possibile».

Insomma, sicuramente i nerazzurri hanno cestinato un match point importante per la qualificazione ma ancora tutto non è perduto, l’importante per l’Inter ora è ritrovare continuità in campionato, battere il Psv e sperare nell’aiuto di una delle squadre più forti al mondo nelle sfide casalinghe: il Barcelona.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: