Serie A, lo “spezzatino” ha cancellato la domenica pomeriggio: sorridono Serie C e Serie D

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Serie A, lo spezzatino non è indigesto. 10 giornate di campionato hanno già abbastanza delineato la classifica del campionato di Serie A. Non solo, bastano anche per capire se i tifosi italiani hanno digerito la prima stagione del “calcio spezzatino”. Vi ricordate la domenica pomeriggio con le big italiane in campo contemporaneamente? Dimenticatela. Tra anticipi, posticipi e lunch match, alle 15 della domenica restano le briciole. Indicativo a tal proposito il prossimo turno di Serie A, che parte questa sera con Napoli-Empoli. Sabato sarà il turno di Inter, Roma e Juventus. La Lazio giocherà domenica alle 12.30, mentre il Milan chiuderà la giornata di campionato alle 20.30 contro l’Udinese. Domenica pomeriggio alle 15 ci saranno: Chievo-Sassuolo, Parma-Frosinone e Sampdoria-Torino. Con tutto il rispetto dovuto a queste 6 squadre, non proprio partite di prima fascia. Per usare un eufemismo.

Leggi anche:  Ungheria-Germania: quella volta che...i precedenti

Spezzatino” indigesto quindi? Non proprio. La quasi totale scomparsa delle grandi del calcio italiano dalla domenica pomeriggio ha i suoi vantaggi. Per le squadre delle categorie minori e anche del sempre più seguito calcio femminile. Per gli appassionati di calcio non avere la squadra del cuore che occupa la domenica pomeriggio è un’occasione. Per andare a tifare la squadra del proprio paese o del proprio quartiere. Nel periodo invernale dalla Serie D in giù non si scappa, si gioca alle 14.30. In questa stagione nella quarta serie del calcio italiano ci sono grandi decadute come protagoniste: il Bari, l’Avellino, il Cesena e il Modena, tanto per citarne qualcuno. Piazze storiche, con migliaia di tifosi al seguito, allo stadio e in tv. Non è un caso che DAZN trasmetta in diretta, con ottimi risultati, le partite del Bari. Il calcio è sempre il calcio. In qualsiasi categoria e a qualsiasi latitudine.

Leggi anche:  Dove vedere Brasile-Colombia, streaming e diretta tv in chiaro Copa America?

Serie A spezzatino, anche la Serie C gode del suo spazio

Non solo la Serie A e la Serie B sono in formato spezzatino. Anche la Serie C, con le sue 60 squadre, gioca dal venerdì al lunedì. Ma nella terza serie del calcio italiano c’è ancora molto il fascino della contemporaneità. Girone per girone la maggior parte della partita giocano allo stesso orario. Sopratutto il raggruppamento meridionale, quello C, ha un altissimo indice di seguito. Squadre come Catania, Casertana, Juve Stabia e Trapani smuovono migliaia di tifosi. Un movimento che non passa inosservato, tanto che la piattaforma Eleven Sports trasmette in streaming tutte le partite dei tre gironi della Serie C. Più quelle della Coppa Italia di categoria.

Quindi se la squadra del cuore di Serie A non c’è la domenica pomeriggio niente paura. C’è il Monza targato Berlusconi-Galliani, il Vicenza (tornato Lanerossi) “Diesel” di Renzo Rosso, la Juventus B, la Carrarese vintage di Tavano-Maccarone. Ce n’è per tutti i gusti. In più c’è anche il calcio femminile. Da questa stagione Sky Sport trasmette una partita in diretta, la domenica alle 12.30. Nel prossimo turno c’è un interessante big match: Milan-Juventus. I tifosi milanisti e juventini la seguiranno di certo, anche perché la Serie A propone  a quell’ora un Lazio-Spal che poco interessa ai sostenitori bianco-rossoneri. Il tanto temuto spezzatino sta avendo i suoi effetti benefici sul calcio degli altri. Quello con meno soldi, meno lustrini, ma più vero. Decisamente più vero. “Spezzatino, tu m’hai provocato e io me te magno”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: