Mondiale per club 2018, il River Plate è l’ultima qualificata: tutte le sfidanti del Real Madrid

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
KIEV, UKRAINE - MAY 26: Sergio Ramos of Real Madrid lifts The UEFA Champions League trophy following their side's victory in the UEFA Champions League Final between Real Madrid and Liverpool at NSC Olimpiyskiy Stadium on May 26, 2018 in Kiev, Ukraine. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Mondiale per club 2018, le pretendenti al trono del Real Madrid. Anche novembre è cominciato e resta ancora qualche trofeo internazionali per club da assegnare. Coppe alzate al cielo che daranno il diritto di volare negli Emirati Arabi Uniti per giocarsi il titolo di campione del mondo per club 2018. Dal 12 al 22 dicembre sette squadre cercheranno di spodestare il Real Madrid. I Blancos campioni d’Europa hanno vinto le ultime due edizioni, prima squadra nella storia a riuscire nell’impresa. Sergio Ramos e compagni daranno l’assalto al clamoroso tris. Ma quali saranno le avversarie del Real Madrid? Oltre agli spagnoli ci sono altre 3 squadre qualificate per il Mondiale per club 2018. Innanzitutto l‘Al Ain, campioni in carica degli Emirati Arabi Uniti e qualificati come paese ospitante.

Mondiale per club 2018, le altre già qualificate. Oltre all’Al Ain anche i messicani del Guadalajara hanno già il biglietto aereo per gli Emirati, avendo vinto la CONCACAF Champions League ( la Coppa dei Campioni dei paesi del Centro America). I messicani sono allenati da José Cardozo, ex bomber della nazionale paraguaiana. Anche i neozelandesi del Team Wellington hanno staccato il pass per il Mondiale per club 2018, avendo vinto la OFC Champions League (la Coppa dei Campioni dell’Oceania). Il loro obiettivo negli Emirati Arabi Uniti sarà quello di vincere almeno una partita. Sarebbe come alzare la coppa di campione del mondo di club per loro.

Leggi anche:  Serie C, Foggia-Juve Stabia 1-1: a Panico risponde Nicoletti

Mondiale per club 2018, gli altri posti per gli Emirati Arabi Uniti

Mondiale per club 2018, altri tre posti da assegnare. Mancava solo una partecipante per la rassegna iridata per club di quest’anno. Oggi si è giocata la finale di ritorno di Copa Libertadores: in campo Boca Juniors e River Plate. Proprio le eterne duellanti del calcio argentino si sono giocate il titolo di campione del Sudamerica. Una finale inedita, per assegnare il trofeo internazionale per club più antico del calcio mondiale. Il match si è svolto al Santiago Bernabeu di Madrid, alle ore 20.30. Ha vinto il River Plate, 3-1 ai supplementari. I tifosi del Milan avranno tifato River, visto che rossoneri e Boca hanno lo stesso numero di trofei internazionali vinti: 18. Un doppio confronto che calamiterà l’attenzione di tutto il mondo calcistico. I Millionarios andranno giocarsi il Mondiale per club 2018. L’andata giocata alla Bombonera era terminata sul 2-2.

Leggi anche:  Juventus, Allegri: “Dybala e Morata salteranno i match con Chelsea e Torino”

Mondiale per club 2018, quale africana negli Emirati? La rappresentante del continente nero verrà fuori dal confronto tra l’Al Ahly e l’Esperance Tunisi. L’andata, giocata in  Egitto il 2 novembre è stata vinta dagli egiziani per 2-0. Il ritorno è stato giocato ieri in Tunisia ed è stato sorprendente. L’Esperance Tunisi ha vinto per 3-0, capovolgendo completamente il risultato dell’andata. I tunisini succedono nell’albo d’oro della CAF Champions League al Wydad Casablanca. L’Al Ahly è il club più titolato d’Africa, con i suoi 8 trionfi nella Champions League africana (ultima vittoria nel 2013). Terzo successo assoluto invece dell’Esperance Tunisi, che non vinceva la CAF Champions League dal 2011.

Mondiale per club 2018, è sfumato il sogno del Persepolis

Mondiale per club 2018, il Kashim Antlers negli Emirati. Fine del sogno persiano. Il Persepolis poteva essere la prima squadra iraniana a partecipare alla rassegna iridata. I campioni d’Iran sono stati battuti dai giapponesi del Kashima Antlers nella finale della Champions League d’Asia (AFC Champions League).  Comunque Un’ulteriore conferma di quanto il calcio stia crescendo in Iran. La nazionale persiana ha partecipato ai Mondiali Russia 2018. Non solo, gli iraniani sono andati ad un passo dalla qualificazione agli ottavi in un girone di ferro che comprendeva Spagna e Portogallo. La finale della Champions League asiatica si è giocata in un doppio confronto: l’andata in Giappone ha visto la vittoria del Kashima per 2-0. Il 10 novembre c’è stato il ritorno, a Teheran è finita 0-0. I giapponesi saranno la rappresentante asiatica negli Emirati.

  •   
  •  
  •  
  •