Abdullahi Nura, il ventunenne su cui aveva scommesso la Roma

Pubblicato il autore: Laurapetringa Segui

Abdullahi Nura, il ventunenne nigeriano su cui aveva scommesso la Roma, rientrato in anticipo dal prestito biennale dal Perugia, è stato costretto ad uno stop per problemi cardiaci che non gli permetteranno di acquisire l’idoneità sportiva per poter superare i testi fisici. Un vero peccato, perché il giovane talento, classe 1997, aveva dato il meglio di se’ nel 2014/2015 e iniziò poi a giocare con la primavera dello Spezia. Nel 2015 esordisce con la Primavera della Roma insieme a Umar Sadiq, e come professionista arriva nel 2018 giocando per 40 minuti con il Perugia.

Ma ecco che dopo neanche un mese arrivano i problemi cardiaci ed il sogno sfuma. Ma fu Walter Sabatini ad innamorarsene anni fa, poiché un terzino destro così a 17 anni poteva essere veramente un fenomeno. Ed ecco che la Roma non ha intenzione di abbandonarlo. Pertanto lo aveva portato a Trigoria per 2.5 milioni, convinto che presto avrebbe mostrato le sue doti, ma non ne ha avuto il tempo. Si sta  quindi lavorando con la Roma alla rescissione del contratto che scadrebbe nel 2020.

Leggi anche:  L'addio di Fonseca: "La decisione è stata consensuale. Mou è un grande"

Le dichiarazioni di Sabatini

“Non l’ho sentito, ma è un dolore grande – le dichiarazioni dell’ex ds giallorosso -. Un ragazzo magnifico e un calciatore eccezionale, sarebbe stato un titolare della Roma già quattro anni fa. Spero che la società giallorossa gli riservi un ruolo».

Ma il club giallorosso non ha deciso quindi di lasciarlo solo. Ed in un momento di difficoltà così importante ha deciso di affidargli un ruolo importante in società, di modo che rimanga sempre a Trigoria. Molto probabilmente nel settore giovanile, o con i più piccoli, di modo che possa insegnare le proprie doti ai giocatori che ancora devono crescere e magari passare le sue splendide doti ai futuri calciatori.

 

  •   
  •  
  •  
  •