Cala il sipario sul girone G della serie D : il Lanusei porta a termine la missione

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Come da pronostico e come è giusto che sia, il Lanusei conquista i Play-off, battendo di misura il Latte Dolce Sassari, al quale comunque vanno fatti i complimenti per aver disputato un campionato ad alto livello. La partita è stata limitata dalle pessime condizioni climatiche, che comunque, non hanno scoraggiato i tifosi, accorsi in massa per festeggiare i loro beniamini, con un finale thriller, dovuto ad una fittissima nebbia che impediva la visibilità del campo, mettendo in seria difficoltà lo svolgimento delle battute finali. Vuoi per il freddo, vuoi per una stagione agonistica molto lunga e logorante fisicamente, non è stata una partita ad alti ritmi, ma entrambe le compagini hanno onorato l’impegno, con la meritata vittoria degli ogliastrini, che grazie al goal dell’ex Congiu, al 42mo del primo tempo, hanno tenuto il vantaggio fino alla fine, legittimandolo  nel secondo tempo.
Nella fase iniziale del primo tempo ci sono state alcune azioni pericolose ma, grazie all’attenta difesa sassarese, il Lanusei non è riuscito a sfondare la resistenza avversaria. La prima azione degna di nota è di Demontis, che da fuori area, spara alto sulla traversa; tra il 17mo e 30mo min. i sassaresi non riescono a rendersi pericolosi nonostante Palmas sia una costante spina nel fianco per la retroguardia dei ragazzi di Mr. Gardini.  Al 33mo i lanuseini si rendono pericolosi con Bonu, che tira dal limite e Garau non trattiene e, quando la palla sta per finire sui piedi di Floris, l’intervento provvidenziale del difensore del Latte Dolce Tuccio, anticipa l’ogliastrino. Da segnalare che intorno al 32mo minuto, il Lanusei reclamava un calcio di rigore ai danni di Mastromarino, ma l’arbitro Monaco lasciava correre. Palmas è sempre il più pericoloso della compagine di Mr. Udassi. Si giunge così al fatidico 42mo minuto, in cui Andrea Congiu, insacca la palla del meritato vantaggio.
Il secondo tempo si apre sempre all’insegna dei ragazzi di Mr. Gardini, che al 56mo,si rendono pericolosi con Sicari, che tira, ma il buon portiere Garau para il colpo. Finalmente, anche il Latte Dolce, si rende insidioso con Palmas al 60mo, il cui tiro viene neutralizzato da un La Gorga strepitoso; dopo i vari cambi, nonostante la fitta nebbia che impediva la piena visibilità del campo, il Latte dolce aumenta il ritmo, rendendosi più pericoloso in attacco, con Sartor, che dapprima al 73mo reclamava un calcio di rigore di cui l’arbitro non ne ravvisava il fallo e, subito dopo, impegnava severamente l’esperto portiere La Gorga al 74mo. Ancora Sartor sfiorava il pari  al 78mo, con un tiro che terminava al lato. Il Lanusei sembra messo alle corde, ma all’84mo, Capitan Ladu, impegna severamente il nuovo entrato portiere Lai.
Nei minuti finali, l’unico avversario è la nebbia densa, che complica il regolare svolgimento dei 6 min. di recupero e, dopo  un piccola sospensione , la partita riprende e finisce senza colpi di scena, con il Lanusei in trionfo e il  Latte Dolce degno sparring partner degli ogliastrini.
Dopo questa annata straordinaria per entrambe, il prossimo obiettivo è quello di non disperdere quanto di buono fatto fino ad ora, con la speranza che questa impresa sportiva possa portare un impatto positivo anche a livello economico su tutto il territorio. Certo potremmo nominare i giocatori uno ad a uno, per sottolineare la bravura di ciascuno e, se da un lato i migliori in campo della stagione sono stati Ladu, La Gorga, Bernardotto, Congiu, il Mr. Gardini e l’intera rosa, fuori dal campo gli artefici di questo glorioso campionato sono stati il Presidente Arras, il D.S. Abate e il D.G. Asoni, lo splendido pubblico del Lixius con il supertifoso vescovo A. Mura, oltre naturalmente a tutti gli imprenditori che hanno creduto seriamente in questo progetto. Per quanto riguarda la squadra che porta il nome del quartiere sorto dopo la seconda guerra mondiale, appunto detto del Latte Dolce (Latti Dozzi) in onore del caratteristico santuario dedicato a Nostra Signora La Madonna del Latte Dolce inaugurato nel 1882, in campo i migliori,   quest’anno, sono stati Garau, Cabeccia,Tuccio, Palmas e tutti gli altri con il Mr. Udassi a fare da guida, inoltre, fuori dal rettangolo di gioco la dirigenza biancoceleste ha dimostrato tutta la sua capacità e serietà nell’affrontare questo oneroso girone G.
Adesso, terminate le vittorie sul campo, per i giocatori del presidente Arras c’è la sfida più importante da vincere : quella del ripristino del reparto di ortopedia dell’ ospedale di Lanusei, sollecitando l’attenzione, come già hanno fatto, degli addetti ai lavori.
Quindi niente scherzi! il Lanusei non riposa mai!!!
Arrivederci alla prossima stagione con la speranza che i ripescaggi vadano a buon fine e che la società trovi presto partners per affrontare un campionato professionistico, che ha sempre dimostrato di meritare. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie A femminile, questo fine settimana si disputa l'undicesima giornata