Serie B, Palermo retrocesso in Lega Pro: Venezia e Salernitana salve. La Lega stravolge il verdetto del campo

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Palermo

Aggiornamento ore 20.00: La Lega B ha annunciato l’annullamento dei playout con apposito comunicato, emesso a margine della pubblicazione della sentenza da parte della Corte Federale.
Di conseguenza, Venezia e Salernitana sono salve: ancora una volta la Giustizia Sportiva stravolge i verdetti del campo.

Aggiornamento ore 16.30:
Il Palermo è stato retrocesso d’ufficio in Lega Pro. È questo quanto disposto dal Tribunale Federale che ha rilevato irregolarità amministrative commesse dal Club rosanero, per l’effetto dichiarando inammissibile il ricorso del presidente Zamparini.
Ora il Palermo ha due giorni di tempo per proporre ricorso.

La nuova classifica promuove il Benevento al terzo posto, in luogo proprio dei rosanero, ed ammette ai playoff il Perugia.
Cambia anche la griglia playout, con il Venezia salvo e il Foggia che si giocherà la permanenza in cadetteria contro la Salernitana.

Leggi anche:  Dove vedere Mantova-Triestina Serie C, streaming e diretta tv Sky Sport?

Sabato scorso è terminata la regular season di Serie B, dettando gli ultimi verdetti in merito alle promozioni nella massima serie e alle retrocessioni in Lega Pro, disponendo nel contempo anche le squadre che accederanno ai playoff e ai playout.
A pochi giorni dalla disputa degli spareggi, l’ipotesi di un probabile ritardo nella disputa delle gare in programma è alquanto possibile: la Giustizia Sportiva infatti è chiamata ad esaminare i ricorsi promossi da due società in particolare che hanno deciso di adire le vie legali per la tutela dei propri diritti.

Serie B, i futuri scenari per Palermo e Foggia

La situazione in Serie B dunque potrebbe essere a stretto giro capovolta e i verdetti del campo riscritti in maniera irrimediabile: in particolare il Foggia attende l’esito del procedimento tuttora pendente, pendente dinanzi al Collegio di Garanzia del Coni ed avente ad oggetto la richiesta di riduzione della penalizzazione rimediata nel corso della stagione appena conclusa. In assenza di tale sanzione, i satanelli avrebbero concluso il campionato con una salvezza certa. La discussione del ricorso è prevista per venerdì 17 maggio: la sola restituzione di un punto al Foggia potrebbe addirittura cambiare gli scenari in ottica playout, con i pugliesi che raggiungerebbero la Salernitana.

Leggi anche:  Monza-Cosenza, le probabili formazioni: Balotelli e Scozzarella out

Diverso scenario quello che attende il Palermo, reduce dal mancato aggancio al Lecce nell’ultima giornata di campionato: per il club rosanero la Procura Federale chiede la retrocessione in Serie C. Una brutta gatta da pelare per la società siciliana, che dovrà far fronte ad un procedimento giudiziario di natura sportiva per porre rimedio alle presunte irregolarità amministrative commesse dal club. Se il Tribunale Nazionale Federale dovesse accogliere le doglianze della Procura, si profilerebbe la retrocessione d’ufficio del Palermo, con il quadro dei playoff che verrebbe riscritto fuori dal rettangolo di gioco. In tal caso sarebbe il Benevento a prendere il posto dei rosanero e di conseguenza il Perugia a strappare l’ultimo pass utile per giocarsi gli spareggi promozione.
In un simile scenario, tuttavia, potrebbero slittare la disputa dei playoff e dei playout, in una Serie B cominciata già male la scorsa estate, proseguita tra una caterva di ricorsi promossi dalle società estromesse e terminata ancor peggio: si profila una nuova stagione calda sotto tutti i punti di vista, in un calcio che necessita di profonde riforme sul piano amministrativo e giudiziario.

  •   
  •  
  •  
  •