Andrea Pinamonti: il giovane talento che l’Inter ha ceduto al Genoa

Pubblicato il autore: Luca Piedepalumbo Segui

Andrea Pinamonti è sicuramente da considerare tra i migliori giovani talenti del calcio. L’attaccante, nato a Cles, in Trentino Alto Adige, il 19 maggio 1999, si è messo in luce nello scorso campionato di Serie A con la maglia del Frosinone. Nonostante la difficile stagione dei ciociari, Pinamonti è riuscito comunque a ritagliarsi uno spazio importante, sorprendendo in positivo anche i più scettici.  Si tratta di un vero e proprio predestinato. Con il sogno di tornare, un giorno, alla casa madre: potendo indossare ancora una volta, magari da protagonista, la maglia dell’Inter. Ora, però, il futuro si chiama Genoa.

LA STORIA DI ANDREA PINAMONTI

Andrea Pinamonti è entrato a far parte ufficialmente del settore giovanile dell’Inter a 14 anni, su segnalazione dell’allenatore Bruno Tommasini. Tuttavia i nerazzurri lo avevano già selezionato anni prima, ma a causa delle norme federali che vietano i trasferimenti fuori regione fino all’età di 14 anni, il ragazzo fu lasciato in prestito al Chievo Verona. Pinamonti ha dimostrato fin da subito di essere un attaccante molto prolifico in zona gol, impressionando per precisione e freddezza. Motivo per il quale, da sotto età, ha giocato prima con gli Allievi dell’Inter, con cui ha vinto il campionato e poi con la Primavera, vincendo la Coppa Italia contro la Juventus.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, dove vedere Juventus Napoli: streaming gratis e diretta TV Rai 1?

Il debutto da professionista, per Pianomonti, avviene a 17 anni, l’8 dicembre 2016, giocando interamente la partita della fase a gironi di Europa League contro lo Sparta Praga. Il classe 1999 ha fatto, poi, il suo debutto in Serie A, sempre con la maglia dell’Inter, il 12 febbraio 2017,  nella partita che i nerazzurri hanno vinto per 2-0 contro l’Empoli. Nel mezzo qualcosa come 43 gol in 74 partite nelle selezioni giovanili meneghine. Con 1 Coppa Italia, 2 Scudetti ed una Supercoppa Primavera in bacheca. Il 17 agosto scorso l’ennesima svolta della sua carriera: la cessione in prestito secco al Frosinone. A Pinamonti viene data l’opportunità di farsi le ossa in Serie A, senza troppe pressioni, sotto la guida del tecnico Longo, prima, e di Baroni poi. 27 presenze e 5 gol in campionato. 5 gol in 6 partite al mondiale under-20. Il giovane Andrea è ormai vicino alla definitiva consacrazione calcistica. Il Genoa intanto ha puntato su di lui: 18 milioni all’Inter per il suo cartellino. Pinamonti arriva in Liguria a titolo definitivo.

Leggi anche:  Calciomercato, il Papu Gomez vicinissimo ad un club di Serie A. Ecco i dettagli

ANDREA PINAMONTI: CARATTERISTICHE TECNICHE

Andrea Pinamonti è un centravanti forte fisicamente, che si contraddistingue, nonostante la giovane età, per personalità e carisma. Nel 2017, The Guardian lo ha incluso nella lista relativa ai 50 migliori giovani talenti del calcio italiano. Nell’occasione, il giocatore ha dichiarato di avere Mauro Icardi come modello di riferimento, anche se viene spesso paragonato all’attaccante della Roma Edin Dzeko. Si tratta di un centravanti moderno, che gioca di sponda e segna di testa, ma che allo stesso tempo può essere sfruttato anche negli inserimenti. Tra le sue caratteristiche principali troviamo anche una discreta visione di gioco e un tiro potente e preciso, oltre che un’accelerazione fulminea.

Andrea Pinamonti è stato finora protagonista anche con la maglia della Nazionale italiana. Un vero e proprio punto di riferimento per tutte le selezioni giovanili, dall’under-15 fino ad arrivare all’under-20.

Leggi anche:  Davide Nicola: Torino è casa tua

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,