Fassone, è addio con il Milan: 4 milioni per chiudere la storia con i rossoneri

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Fassone, è davvero finita con il Milan. Doveva essere l’uomo che traghettava la storia rossonera dall’epopea berlusconiana alla nuova era cinese. Invece il suo “regno” è durato un solo anno. Marco Fassone e il Milan hanno trovato l’accordo per mettere fine ad un rapporto breve e poco produttivo. L’ex amministratore delegato e il club erano uniti da un contratto valido fino al 2021. A Fassone, secondo quanto risulta al Sole 24 Ore, andrebbe infatti una somma di circa 4 milioni di euro complessivi per le sue diverse cariche passate nel gruppo. Meno, molto meno dei 10 milioni di euro che erano stati richiesti dall’ex dirigente di Napoli, Inter e Juventus. Tanti soldi per un solo anno di gestione, quella della misteriosa presidenza cinese di Yonghong Li, sparito nel nulla dopo aver perso la bellezza di 400 milioni di euro nell’acquisto del club. Di chi fossero quei 400 milioni, ancor oggi, non è dato sapere.

Leggi anche:  Parma, 4 nomi per la salvezza

Fassone, soldi anche per i pedinamenti

Fassone e il Milan non si sono lasciati certo bene. Da quando Elliott ha rilevato il club rossonero dal fantomatico Yonghong Li i rapporti tra le parti si sono fatti sempre più tesi. L’ex dirigente aveva mosso causa giudiziaria contro il Milan per il licenziamento definito “ritorsivo”, chiedendone l’annullamento. Il club rossonero dal canto suo aveva presentato un dossier nel quale ha riportato le colpe di Fassone nella gestione della società. Poi è arrivata la definitiva risoluzione tra Fassone e il club di via Aldo Rossi. Da ricordare che nel corposo dossier del Milan era stato evidenziato come Fassone avesse anche pagato un’agenzia investigativa di Carpi per far pedinare un’intera settimana i giornalisti più critici verso la proprietà cinese. Spendendo decine di migliaia di euro.

Leggi anche:  Ziliani critica Abisso: "Ci sono arbitri che sembrano non conoscere il gioco del calcio. Se dai il rigore a Ibra..."

E’ passato solo un anno dalla fine dell’effimera epoca cinese al Milan,  ma sembra passato un secolo. Yonghong Li, Fassone, Mirabelli e Gattuso, del vecchio Milan non è praticamente rimasta traccia. Oggi i rossoneri ripartono da Gazidis, Maldini, Boban, Massara e Giampaolo. Facce che già stanno incoraggiando i tifosi rossoneri a rinnovare il proprio abbonamento allo stadio. La Cina non è mai stata così lontana da Milanello. Per fortuna.

  •   
  •  
  •  
  •