Icardi mette l’ Inter alle “strette”? Puó appellarsi ai regolamenti Fifa….

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Quello tra Mauro Icardi e l’ Inter è, senza dubbio, uno dei casi più “spinosi” del mercato. L’ argentino, messo fuori squadra dall’ Inter, è stato impossibilitato, dalla stessa società, a partecipare al ritiro precampionato insieme ai propri compagni.

L’ Inter sta provando a vendere in tutti i modi il suo ex capitano, ma lui si è messo di traverso, minacciando o di approdare agli odiati rivali della Juventus, o di rimanere a Milano e percepire comunque lo stipendio senza scendere in campo.

Inter: Icardi può chiedere la rescissione contrattuale?

Ma c’ è di più: stando alle parole rilasciate dall’ avvocato e agente calcistico Jean-Christope Catalotti, al sito Calciomercato.com, il numero 9 nerazzurro potrebbe far appello ad alcune norme statuite dalla Fifa e dal contratto collettivo dei calciatori per richiedere addirittura la rescissione contrattuale all’ InterNello specifico, si parla dell’ articolo 12 dei contratto collettivo dei calciatori, il quale prevede che, qualora un giocatore venga escluso forzosamente dal ritiro prestagionale, lo stesso possa richiedere alla società di essere reintegrato entro 3 giorni dalla presentazione di un esposto.

Leggi anche:  Primera División argentina: il River Plate espugna in dieci il “Kempes” e vola a +7

Scaduto il termine, il giocatore è libero di svincolarsi dal club, al quale non spetta diritto di replica.

Qualora l’ esclusione forzata di Icardi dal ritiro venisse certificata dai suoi legali, il ragazzo potrebbe dunque liberarsi a zero e accordarsi con un altro club.

Non è finita. In base all’articolo 15 del regolamento Fifa in materia di trasferimenti, qualora un giocatore affermato non disputi almeno il 10% delle gare nell’ arco di una stagione sportiva, può risolvere il proprio contratto, a partire da 15 giorni dopo la fine della stessa.

Seppure l’ Inter decidesse di reintegrare Icardi nel ritiro, dovrebbe comunque garantirgli un certo numero di presenze, per non rischiare di perderlo a zero al termine di questa annata.

Il braccio di ferro tra Icardi e l’ Inter sta andando avanti da più di un mese e, visto come si stanno mettendo le cose, l’ argentino rischia di destabilizzare pesantemente tutto l’ ambiente nerazzurro, con l’ aggravante di poter arrecare un danno economico al club, qualora decidesse di esercitare le suddette clausole.

  •   
  •  
  •  
  •