Serie B: Pordenone-Spezia 1 a 0. Mr. Tesser elogia il gruppo.

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Anche questa volta i neroverdi hanno rispettato il fattore campo e grazie ad un gran goal di testa di Barison al 48mo del secondo tempo portano a casa i 3punti nell’anticipo della terza giornata , che tutto sommato sono meritati vista la maggiore compatezza del gruppo di mister Attilio Tesser allenatore dalla grande esperienza e ineccepibile conoscitore della serie B. Il Pordenone inizia con il modulo affidabile del 4-3-2-1 con in campo la  giovane promessa Pobega,lo Spezia di Inglese si oppone con il più classico 4-3-3 e tra le cui fila spicca la stella di Galabinov che ieri sera non ha brillato per mancanza di forma e condizione ma  è pur sempre un valore aggiunto in questa serie cadetta.

Anche Scuffet esordisce nello stadio che lo rese celebre ai tempi della sua vita calcistica con L’Udinese (clamorosa fu la sua rinuncia all’Atletico Madrid nel 2014). Nemmeno il tempo di battere il calcio d’inizio che il su citato attaccante spezzino ci prova subito ma senza esito . Al 13mo anche i pordenonesi si fanno vivi con Monachello ma niente di fatto. Gavazzi impensierisce il bravo Scuffet e i liguri si rendono insidiosissimi con il talentuoso Federico Ricci ;l’azione più pericolosa capita allo spezzino Caparadossi al 37mo ma l’ottimo estremo difensore di Tesser neutralizza l’insidia.Il primo tempo termina in parita’ con leggero predominio dei liguri.

Secondo tempo: il Pordenone scende in campo con gli stessi 11 del primo tempo , cosi come lo Spezia e dopo soli 3 min. i friulani passano in vantaggio con un gran colpo di testa di Barison ben servito dall’ assist-man Burrai che calibra la palla nel centro dell’area su calcio di punizione , lo stacco imperiale del difensore dei ramarri lascia sul posto il diretto avversario e di precisione insacca la palla sulla destra dell’incolpevole Scuffet. Da segnalare che la prima azione e’ stata degli spezzini con Gyasi il cui colpo di testa termina abbondantemente alto sulla traversa al 46mo . Segnato il vantaggio il Pordenone si ricompatta ed inizia a giocare a calcio con più convinzione prendendo in mano la situazione .

Lo Spezia anziché reagire sembra accusare il colpo ed arretra per quasi una ventina di minuti il baricentro, e nonostante varie azioni da entrambe le squadre nulla è degno di nota se non quando il centrocampista friulano Burrai su calcio di punizione al 67mo ,da quasi 30mt., spedisce di poco fuori la palla sulla traversa difesa da super Scuffet. Il mister dei liguri Inglese prova attraverso i cambi a sovvertire l’inerzia dell’incontro, ma complice una difesa molto attenta della squadra di Tesser non riuscirà ad impattare il match. Al 70mo pallone in area per il ligure Maggiore che ,sorpreso dall’assist ,incredibilmente spara alto sulla traversa con tiro scomposto. Passano 12 minuti e Bastone dello Spezia dal limite dell’area non inquadra la porta poiché il suo diagonale seppur bello da vedere termina di un paio di metri al lato dei pali.

I gemellini Ricci provano ad innalzare i ritmi cercandosi in continuazione ma purtroppo per loro non riusciranno a portare a casa il pareggio e nonostante i 4 minuti di recupero il Pordenone con gran carattere e furbizia lascia scorrere le lancette dell’orologio senza correre pericoli ,e per l’allenatore Attilio Tesser significa ,dopo il triplice fischio finale dell’arbitro Ivan Robilotta(debuttante) , bottino pieno e 6 punti dopo 3 giornate .Il tecnico (dei neopromossi in b)  a fine gara si dichiarerà soddisfatto della prova di squadra dei suoi ragazzi che con grande caparbietà hanno regalato la seconda gioia ai propri tifosi giunti al Dacia-Arena in 4000(circa) per sostenere i loro beniamini che fino allo scorso anno militavano in lega-pro e per una città di quasi 52mila abitanti non è cosa da poco.

Formazioni: Pordenone(4-3-2-1) Di Gregorio,Almici,Barison,Camporese,De Agostini,Gavazzi,Burrai,Pobega(Pasa all’80mo),Chiaretti(Zammarini al 71mo),Monachello,Candellone(Ciurria al 65mo). All. Tesser.

Spezia(4-3-3) Scuffet,Vignali,Terzi,Caparadossi,Bastoni,Maggiore(Buffonge al 76mo),M.Ricci,Mora(Bartolomei al 58mo),F.Ricci,Galabinov(Ragusa al 56mo),Gyasi. All. Inglese.

Ammoniti:Galabinov, Mora e Terzi per lo Spezia, De Agostini per il Pordenone.
Arbitro:Ivan Robilotta della sezione di Sala Consilina(pv.Salerno)
Corner: 5 a 4 per il Pordenone.
Passaggi: (329) Pordenone,( 574) Spezia.
Fuorigioco: 8 a 0 per i friulani.

  •   
  •  
  •  
  •