Juventus-Atletico Madrid, Sarri in conferenza: “Il primo posto nel girone è fondamentale”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

190810 Coach Maurizio Sarri of Juventus during the International Champions Cup match between

La Juventus di Maurizio Sarri, dopo aver battuto per 3-1 in trasferta l’Atalanta in una sfida molto complicata ma che ha regalato tre punti fondamentali per la corsa scudetto con l’Inter, torna a ‘tuffarsi’ in Champions League con il match casalingo di Martedì alle ore 21.00 contro l’Atletico Madrid di Simeone.
I bianconeri grazie alla vittoria ottenuta la scorso turno della massima competizione calcistica europea contro la Lokomotiv Mosca con uno spunto nel finale di Douglas Costa, può affrontare i temibili e ostici ragazzi di Simeone con la qualificazione già in tasca ma con l’obbiettivo ‘primo posto nel girone’ ancora in ballo.

Proprio di questo obbiettivo e dell’approccio da adottare in questa partita, ha parlato l’ex tecnico del Chelsea, Maurizio Sarri: “Non posso fare una gara cercando solo di non prendere goal o di pareggiare, perché poi rischi tantissimo. Anche perché l’Atletico Madrid ultimamente sta cambiando, cerca molto di più il gioco. Se noi pensiamo al fatto che siamo già qualificati, siamo morti in una partita come questa. Il primo posto nel girone è fondamentale “.

Il tecnico bianconero, nella consueta conferenza pre partita, ha voluto togliersi anche qualche sassolino nei confronti dei giornalisti dopo i recenti risultati e le ultime prestazioni della sua squadra: “Non è che per valutare le prestazioni della mia squadra debba leggere gli articoli. Prima ero un “talebano” perché volevo giocare il mio calcio, ora non va bene che mi adatti alle caratteristiche dei miei giocatori. Leggo poco. Anch’io vorrei vedere la squadra più continua, ma poi bisogna valutare le caratteristiche dei giocatori. Non si può andare per un gusto personale contro le caratteristiche della squadra “.

Dopo l’uscita polemica di Cristiano Ronaldo contro il Milan, si è parlato tanto del rapporto tra lui e l’ex tecnico del Napoli e di una possibile rottura tra i due. In merito a ciò, Maurizio Sarri ha dichiarato: “Il mio rapporto con Ronaldo è buono. Poi, se si arrabbia per una sostituzione, la penso come Simeone: fa parte del gioco e significa che c’è una forte motivazione. Ronaldo ha sostenuto ieri l’intera seduta, sembra in crescita e valuteremo tra oggi e domani . E’ molto positivo che sia riuscito a fare tutto l’allenamento con i compagni.

Per ciò che concerne alcuni dubbi tra i calciatori da convocare, ha affermato che sia De Light che Bernardeschi hanno infortuni che portano dolore e molto dipenderà dalle loro sensazioni individuali e se il dolore sarà sopportabile o meno.

Infine l’allenatore bianconero ha parlato anche della possibilità di vedere insieme, quello che per molti tifosi della Juventus, sarebbe un attacco da paura: Dybala, Ronaldo e Higuain insieme nello stesso tridente.
In merito a questa possibilità il tecnico sembra non avere molti dubbi e sembra chiudere su questo assetto offensivo:” Dybala , Ronaldo e Higuain assieme? E’ difficile per le caratteristiche dei tre. Gonzalo è un attaccante puro, Ronaldo parte da sinistra e Paulo non è un trequartista; è un attaccante. Poi a partita in corso se ci sarà bisogno siamo disposti a fare tutto, ma sono situazioni contingenti”.

  •   
  •  
  •  
  •