Atalanta, le pagelle del 2019: esterni

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

HATEBOER (7,5) – A destra esperienza e velocità per aiutare l’Atalanta in fase di costruzione, anche se recentemente abbiamo visto anche un buon rendimento in difesa. Cresce partita dopo partita, e in Coppa dei Campioni non fa mai brutta figura.

GOSENS (8,5) – Il giocatore punto interrogativo di due anni fa è solo un lontano ricordo, e per lui il 2019 è stato impeccabile: corsa (sulla sinistra), dribbling, cross e goal sempre decisivi. Il tedesco si dimostra grande anche in Champions League: autore anche del terzo goal contro lo Shakhtar.

CASTAGNE (8,5) – Sulla fascia potrebbe essere definito un tutto-fare vista la capacità di fare più ruoli in contemporanea. Castagne è una freccia nell’arco dell’Atalanta di Gian Piero Gasperini: pedina in grado di sfoderare il suo vero potenziale sia da titolare che da subentrato. La ciliegina sulla torta è ovviamente la rete realizzata in Champions League contro lo Shakhtar. Chissà cosa riserverà per lui il 2020.

ARANA (6) – Arrivato come vice Gosens disputa piccoli sprazzi di partita dimostrando che le potenzialità ci sono, ma davanti lui Castagne, Hateboer e Gosens corrono come dei treni. Gasperini lo tiene in panchina, e la sua partenza a gennaio sembra ormai scritta.

RECA (6) – Contro il Parma l’anno scorso ha fatto vedere delle buoni doti in termini di cross e corsa. La sua crescita era evidente anche in quel di Rovetta dove si dimostra uno dei prospetti più interessanti, ma prima della fine del calciomercato finisce alla SPAL.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: