Inter a Kind of Magic: la magia del Natale per scongiurare la crisi. Zhang non ha dubbi “Conte è l’allenatore più…

Pubblicato il autore: Giuseppe Colicchia Segui

Il mese di Dicembre non è iniziato molto bene per l’Inter: il pareggio con la Roma, la sconfitta col Barcellona e la conseguente eliminazione dalla Champions League e il pareggio con tanto di beffa nel recupero contro la Fiorentina. Una rosa decimata da infortuni e squalifiche. Eppure l’Inter ha più di qualcosa da festeggiare: si trova al primo posto in classifica a pari punti con la Juventus (nettamente più forte come organico e individualità), è uscita dalla Champions riuscendo ad incantare tutti per il gioco proposto nei primi tempi al Camp Nou e al Signal Iduna Park; ha un allenatore vincente che sta facendo rendere quasi al massimo i propri calciatori (spesso portandoli incontro ad infortuni) per mantenere questo incessante ritmo di punti. “Il Natale è un’occasione per stare tutti quanti insieme ed essere grati per quello che abbiamo”, le parole di Steven Zhang all’inizio del proprio discorso sul palco.
Alla cena di Natale è presente tutto il mondo Inter, dipendenti, dirigenti, calciatori, calciatrici dell’Inter Women ed ex calciatori come Ventola, Galante, Castellazzi, Suazo e Riccardo Ferri. Il tema della serata è la magia, il titolo “ECLIPSE – Inter a Kind of Magic“. Artisti circensi, ballerini, cantanti e musicisti, prestigiatori e maghi hanno animato la serata rendendola molto divertente per i presenti: la magia è stata portata anche a tavola con presentazioni e decorazioni dei piatti accompagnate da enigmi e trucchi di magia.

I DISCORSI DI STEVEN ZHANG E ANTONIO CONTE

Il giovane presidente dell’Inter, Steven Zhang, nel corso della serata ha fatto un discorso ai presenti. Dopo aver ringraziato tutti gli organizzatori e le persone presenti, ha spiegato l’importanza dell’incontrarsi tutti insieme per festeggiare. “Siamo qui tutti quanti insieme, tutti i dipendenti del club Inter, un club che è cambiato completamente rispetto a qualche anno fa. Questa stagione abbiamo battuto tantissimi record insieme: il fatturato più alto della storia di questo club e una grande crescita delle nostre piattaforme digitali. Ci siamo trasferiti in una nuova sede e a breve completeremo anche la nostra nuova struttura ad Appiano Gentile, il centro sportivo Suning. Oggi siamo primi in classifica in Serie A, una cosa molto significativa: vuol dire che siamo sulla strada giusta, tutti i nostri sforzi verranno ripagati passo dopo passo. Però dobbiamo rimanere umili. Dobbiamo mantenere la concentrazione altissima e imparare dal passato; senza coraggio, senza lavoro e senza dedizione non possiamo andare avanti e non possiamo vincere, questo vale sia in campo che fuori.” Riguardo le difficoltà delle ultime partite ha aggiunto: “la scorsa settimana ho parlato con i calciatori e gli ho detto che avremo delle difficoltà nel futuro, in ogni anno della storia di questo club ci sono degli ostacoli e delle difficoltà, e questo vale anche per la storia dei prossimi 100 anni; dobbiamo affrontarle insieme e non dobbiamo aver paura di niente.” Infine: “insieme, tutti noi, questa famiglia, conquisteremo il mondo. Si vive solo una volta e Forza Inter!”.
Poi è lo stesso Zhang a presentare ed invitare sul palco Antonio Conte annunciandolo come “il miglior allenatore del Mondo“. Il tecnico nerazzurro fa un breve discorso ma ricco di carisma ed emozioni, direttamente indirizzate ai propri calciatori. “Per me questo è il primo anno da allenatore dell’Inter, per questo voglio ringraziare quelli che hanno permesso che ciò accadesse, in primis il presidente e la proprietà. Il mio desiderio, e penso quello di ognuno di voi che lavora nell’Inter, è quello di cercare di lasciare una traccia; non importa per quanto tempo si lavori in un posto, l’importante è che si abbia voglia di lasciare una traccia. Lasciare una traccia significa lavorare, lavorare con passione, sacrificio e sudore. Abbiamo il dovere di rendere l’Inter migliore, per farlo abbiamo una sola via: cercare di essere migliori noi stessi”. A conclusione del discorso riporta una frase di Pelé: “più è difficile una vittoria e più sarà bello, più ci sarà gioia e contentezza nel vincere”.

IL MONDO SOCIAL

Sui social sono state pubblicate foto e Instagram Stories per immortalare i momenti migliori della serata, dal look di calciatori e mogli alle prestazioni artistiche dei vari ospiti. È apparso un Lautaro Martinez molto  a suo agio, divertito e senza freni inibitori nel meravigliarsi dinanzi a spettacoli e trucchi di magia con esclamazioni in italiano con tanto di parolacce. I baby Esposito e Agoumé (probabili titolari nella prossima sfida contro il Genoa) hanno attirato l’attenzione per il loro outfit: completo elegante e sneakers ai piedi. Lukaku e Lazaro con indosso occhiali e collanine, Sensi con le scarpe rialzate. Un clima di festa e un gruppo molto unito, calciatori che scherzano fra di loro e si fanno selfie in posa (con l’ormai celebre “Epic Brozo“); l’allenatore Antonio Conte che canta insieme a Giuliano Sangiorgi sfoggiando le proprie doti canore tra il divertimento e l’entusiasmo di tutti i presenti, compreso il presidente Steven Zhang che riprende la scena dal proprio smartphone.

  •   
  •  
  •  
  •