Inter, Antonio Conte nel post partita:”Raccolto meno di quello che meritavamo”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Head coach Antonio Conte of Inter Milan reacts as he watches his players competing against Paris Saint-Germain F.C. during their International Super Cup football match in Macau, China, 27 July 2019. Portuguese midfielder Joao Mario scored the final spot-kick as Inter Milan beat Neymar-less Paris Saint-Germain on penalties in Macau on Saturday (27 July 2019). (Photo by Stringer – Imaginechina/Sipa USA)

L’Inter di Antonio Conte, dopo essere stata in vantaggio praticamente fino oltre al 90esimo, subisce il goal nel recupero siglato da Vlahovic e frena a Firenze contro la Fiorentina, subendo l’aggancio della Juventus al primo posto in classifica.

Sicuramente non la settimana migliore per i nerazzurri che, con la sconfitta casalinga contro il Barcellona e i due pareggi di fila in campionato, è uscita fuori dal Champions League e si è fatta raggiungere dai bianconeri in Serie A.
I nerazzurri però, nonostante le numerose assenze (soprattutto a centrocampo con Barella, Sensi, Gagliardini, Candreva e Asamoah out), stava riuscendo nell’impresa di portare tre pesantissimi punti in un campo storicamente molto complicato, ed ora tenteranno di battere il Genoa al San Siro per congedarsi ai propri tifosi nella pausa invernale con un’incredibile prima posizione in campionato.  Vittoria che non è affatto scontata viste le molteplici assenze in casa nerazzurra per infortuni e squalifiche.
Contro il Genoa saranno indisponibili ben dieci calciatori: Sanchez, Sensi, Barella, Gagliardini, Asamoah, Brozovic, Lautaro, Bastoni e Borja Valero.

In merito alle numerose assenze previste nella prossima partita di campionato, nella consueta intervista post-partita, il tecnico dell’Inter, Antonio Conte ha dichiarato:”Preferisco non pensarci perché altrimenti mi viene l’ansia. Ero in ansia già prima perché in moltissime situazioni abbiamo dovuto sperare e pregare che non accadesse nulla. Ad oggi faccio fatica a trovare una soluzione, ma ci penseremo in settimana”.

Per ciò che concerne la disamina della partita terminata per 1-1 al Franchi contro la Fiorentina e del match perso a San Siro contro il Barcellona, l’allenatore ha affermato: “Con il Barcellona abbiamo pagato a caro prezzo il fatto di non aver segnato il secondo goal. Secondo me da queste due ultime partite abbiamo raccolto meno di quello che meritavamo. Dispiace perché sono convinto che meritavamo qualcosa in più. Detto questo, però, bisogna cercare di migliorare in tutte le situazioni”.

Il tecnico ha inoltre aggiunto che ai ragazzi nelle ultime tre uscite stagionali (Roma, Barcellona e Fiorentina) non può dire e recriminare nulla sull’impegno e sulla determinazioni fornitogli, questo fa parte di un percorso di crescita e che bisogna avere pazienza.

Nelle ultime ore poi è scoppiata la polemica tra l’Inter e la Stampa, per via della decisione di annullare la Conferenza pre partita per una lettere pubblicata dal Corriere dello Sport, in cui si utilizzavano toni offensivi nei confronti dello stesso tecnico nerazzurro.
In merito a questa polemica, Antonio Conte risponde con toni molto forti e dichiara: “C’è stata una grossa mancanza di rispetto, c’è un avvocato dell’Inter che sta analizzando e esaminando tutto. Bisogna porre a tutto un freno: una volta ci facciamo ridere da tutto il mondo per le accuse di razzismo, poi si pubblica una lettera di Mihajlovic un giorno prima della conferenza di Sinisa, adesso questo, basta. L’ODG e l’USSI vogliono le mie scuse? Ma stiamo scherzando, mancano di rispetto nei miei confronti e devo anche chiedere scusa…”

Infine il tecnico ha voluto pubblicamente ringraziare tutti i suoi calciatori che sono stati impiegati praticamente sempre nelle ultime settimane per lo sforzo profuso per la causa nerazzurra dando sempre il massimo, affermando che sia normale avere un calo fisico con tutti i minuti giocati da quest’ultimi.

  •   
  •  
  •  
  •