Da Coutinho ad Eriksen: come è cambiata l’Inter in 7 anni!

Pubblicato il autore: Giuseppe Colicchia

Da Coutinho ad Eriksen – La data in comune con destini diversi

Immaginiamo di aprire Facebook, la sezione “Ricordi” in particolare. Il profilo può essere benissimo quello ufficiale dell’Inter come può essere quello di qualsiasi tifoso nerazzurro. L’anno da cui attingere i ricordi il 2013 (stagione 2012/2013). Il giorno è lo stesso di oggi, il 28 gennaio, data che sarà ricordata nella storia come quella dell’ufficialità del passaggio di Christian Eriksen dal Tottenham all’Inter. Ma è anche il giorno, o per meglio dire la settimana, in cui l’Inter nel 2013 cedette Philippe Coutinho al Liverpool per 13 milioni di euro (l’ufficialità del passaggio del brasiliano al Liverpool arrivò solo il 30 Gennaio del 2013). I tifosi dell’Inter difficilmente non si ricorderanno di Coutinho, quel ragazzino gracile col cespuglio di capelli in testa ma le idee chiarissime, quelle di diventare un grande calciatore. Il talento e le potenzialità del fantasista brasiliano sono sempre state apprezzate dall’Inter e dagli allenatori che si sono susseguiti negli anni in cui Philippe ha indossato la maglia nerazzurra, nessuno di essi però ha mai dato al ragazzo la buona dose di continuità per poter brillare ed esplodere. Nel 2013 dunque la cessione al Liverpool a malincuore, per un’offerta che a quei tempi era irrinunciabile per un’Inter bisognosa di fare plusvalenze. La cessione di Coutinho permise all’Inter (insieme alla cessione di Sneijder) di acquistare un uovo talento giovane, Mateo Kovacic, destinato anch’esso a diventare una plusvalenza per la società milanese. Dirigenti e tifosi dell’Inter saranno costretti poi, a distanza di pochi anni, a mangiarsi le mani per aver ceduto Coutinho, diventato una stella del calcio mondiale al Liverpool e passato al Barcellona per la cifra monstre di 145 milioni di euro. Adesso il fantasista brasiliano è cresciuto parecchio sotto tutti i punti di vista: ha 27 anni, ha messo su muscoli, esperienza e personalità e gioca nel Bayern Monaco.

Leggi anche:  Marsiglia-Psg, streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere Coppa di Francia

Da Coutinho ad Eriksen – Il danese simbolo di come la musica sia cambiata

Andiamo adesso al colpo di mercato operato dall’Inter nella giornata odierna, l’acquisto di Eriksen. Un colpo di mercato operato dalla società nerazzurra che non ha paragoni in epoca recente, simbolo di come i tempi siano ormai cambiati: nuova società, nuova proprietà, la fine del Settlement Agreement con la UEFA ed un nuovo inizio per il club meneghino. In estate il mercato dispendioso per portare alla corte di Conte calciatori come Lukaku, Barella, Sensi… Nello stesso anno, la sezione successiva di mercato ecco il colpo da 90: Eriksen all’Inter per una cifra attorno ai 20 milioni. Quanti calciatori sono passati all’Inter negli anni post Triplete, soprattutto nella zona del centrocampo… L’Inter è stata costretta dalle esigenze economiche e societarie a dover dire addio ai campioni del Triplete per sostituirli con calciatori di un livello sempre inferiore. Acquisti prevalentemente a parametro zero o con un prestito con diritto di riscatto, metodi di acquisti dovuti all’assenza di liquidità per fare il mercato. I calciatori che si sono susseguiti, meteore su meteore, potenziali talenti mai esplosi o esplosi in ritardo, quando ormai avevano salutato l’Inter per approdare in altri lidi. Uno su tutti, per l’appunto, è Philippe Coutinho. Ma i tifosi nerazzurri ricorderanno (anche con una certa sofferenza) calciatori come M’Vila, Kuzmanovic, Palombo, Gargano, Taider, Kharja e chi più ne ha, più ne metta.

Leggi anche:  Derby Inter-Milan 2023, 1-0 gol di Lautaro: ecco l'analisi completa

Da Coutinho ad Eriksen – Somiglianze, curiosità e il paragone con Sneijder

Dalla cessione di Coutinho all’acquisto di Eriksen sembra essere passata un’era. Sono passati invece 7 anni e moltissime cose sono cambiate all’Inter, praticamente tutte. La curiosità è che entrambi i calciatori giocano in una posizione simile, la trequarti di campo. Entrambi hanno 27 anni, nati nel 1992 con qualche mese di differenza. Le caratteristiche fisiche e tecniche sono diverse; secondo molti, il danese ricorda più Sneijder per caratteristiche. Christian Eriksen potrebbe condividere con il trequartista olandese che ha fatto la storia dell’Inter del Triplete qualcosa in più oltre la posizione in campo e la maglia nerazzurra: l’esordio da titolare del nuovo acquisto è infatti previsto per il 9 Febbraio, giorno del derby di Milano contro i cugini del Milan (stesso avversario contro cui esordì Sneijder). Che sia da buon auspicio per il futuro del centrocampista danese e di tutta l’Inter? I tifosi della beneamata non aspettano altro che vedere all’opera il nuovo acquisto, apprezzarne le qualità e magari esultare insieme a lui per qualcosa (qualche trofeo) che farebbe dimenticare i tempi bui del passato.

  •   
  •  
  •  
  •