Lazio, Arturo Diaconale: “Gli scienziati facciano gli scienziati e non i tifosi”

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Il responsabile della comunicazione della Lazio, Arturo Diaconale, che in queste ultime settimane aveva battibeccato ha distanza con la dirigenza juventina che aveva mandato i suoi calciatori stranieri all’estero, ha avuto parole dure nei confronti di Giovanni Rezza, direttore del dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità e componente del comitato tecnico scientifico, che nell’intervento di oggi dopo i dati giornalieri emessi da Angelo Borrelli, ha pronunciato queste parole su una possibile ripresa del campionato: “Io sono romanista, quindi manderei tutto a monte”.

Dunque non si è fatta attendere la risposta di Diaconale come confermano le sue dichiarazioni ad “Adnkronos“.

Arturo Diaconale, le sue parole

Alle volte il tifo colpisce anche gli scienziati e dà alla testaScienziati che sarebbero molto più utili se invece di occuparsi di queste cose trovassero un modo per fronteggiare efficacemente il virus. Gli scienziati facciano gli scienziati e non i tifosi. E sarebbe davvero auspicabile che, invece di alimentare polemiche calcistiche di cui non si sente il bisogno, si dedicasse ogni energia alla ricerca di una cura o di un vaccino che possa arrestare il contagio”.

Ora ovviamente si attendono i commenti sui social dei tifosi di tutte le squadre, soprattutto di quelli giallorossi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: