Milan, Rebic ha deciso il suo futuro

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

E’ uno dei volti positivi di questo Milan, Rebic si è conquistato il posto da titolare a suon di gol. Il croato classe ’93, infatti, ha segnato 7 gol in questo 2020, diventando subito il miglior cannoniere della squadra rossonera in tutte le competizioni giocate dal Milan in questa stagione. Rebic è arrivato al Milan nella finestra estiva del calciomercato 2019, passando una prima parte di stagione da separato in casa, riuscendo nella seconda parte a mettersi in mostra e trascinare insieme ad Ibrahimovic i rossoneri. E’ arrivato al Milan dall’Enitracht Francoforte, con la formula del prestito secco biennale senza diritto di riscatto, fino al 30 Giugno 2021, in un’operazione che ha visto coinvolto anche Andrè Silva.

Rebic è stato voluto fortemente da Zvonimir Boban, suo connazionale, che purtroppo ha lasciato i rossoneri per divergenze con Gazidis. Nonostante le tensioni dirigenziali, Rebic ha fatto sapere di voler restare ancora in rossonero, si sente fortemente legato al Milan, come viene riferito da “Calciomercato.com“. E’ grato al club di Via Aldo Rossi e a Stefano Pioli per l’opportunità datagli nella seconda parte di stagione e vuole continuare a segnare per questa maglia. L’unica cosa che chiede il croato è chiarezza sul progetto che lo vede coinvolto. Infatti è previsto un incontro tra Gazidis e il suo entourage nelle prossime settimane per capire quali sono le intenzioni della società. Le intenzioni dell Milan sono quelle di provare a riscattarlo con una sessione d’anticipo, ma bisogna superare lo scoglio Enitrach Francoforte, che chiede almeno 25 milioni di euro, ritenuti eccessivi dalla società rossonera, visto l’emergenza Coronavirus che sta colpendo il mondo. Inoltre trattenere Rebic in prestito per un altro anno significherebbe rischiare un rialzo del prezzo, visto che non è stato stipulato nessun accordo sul prezzo del riscatto. Insomma, il coltello è dalla parte dell’Enitrach, che farà di tutto per monetizzare al meglio dalla cessione del croato.

  •   
  •  
  •  
  •