Premier League, ecco il protocollo: mascherine durante gli allenamenti, niente massaggi

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Poche ore fa, i rumors riguardo un presunto annullamento totale della Premier League hanno allarmato il mondo del calcio inglese, ma a livello di allenamento, nel Regno Unito è tutto pronto per ripartire. E’ stato stilato un protocollo che staff e calciatori dovranno seguire per allenarsi nei propri centri sportivi. Le regole sono ferree, ma necessarie per combattere il Covid-19.

A redarre questo protocollo è stato Richard Garlick (direttore della Premier League). Tra le varie norme, i calciatori dovranno utilizzare le mascherine durante gli allenamenti. I palloni verranno disinfettati sia prima che dopo l’uso. Regole che con ogni probabilità saranno in vigore anche in Italia per il 18 maggio.

Test per calciatori previsti ogni 48 ore, stop ai massaggi

Per essere in regola, i calciatori dovranno prestarsi a fare dei controlli ogni 48 ore, prima di iniziare l’allenamento. Regole precise anche per il parcheggio delle auto, le quali dovranno essere posizionate a distanza di tre metri rispetto a quelle di un altro compagno. Gli sputi in campo, saranno severamente vietati. Non saranno neanche ammessi i massaggi. Dunque  l’utilissimo lavoro da parte dei massaggiatori, verrà meno in questo periodo di pandemia, a meno che non vengano approvati dal medico sociale. Inizialmente, gli allenamenti verranno svolti da gruppi formato da cinque calciatori.In Italia verrà usato lo stesso protocollo? Senza dubbio alcuni punti saranno presenti pure nel nostro metodo, volto alla ripartenza delle attività di allenamento calcistico.

  •   
  •  
  •  
  •