Suarez, pubblicata la trascrizione dell’interrogatorio del 18 dicembre

Pubblicato il autore: Andrea Rao Segui

Caso esame Suarez, ecco il verbale dell’interrogatorio. Oggi il quotidiano “La Repubblica” riporta la trascrizione della deposizione fatta dall’attaccante il 18 dicembre scorso ai PM. L’uruguayano è stato ascoltato nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla Procura di Perugia. Secondo gli inquirenti vi sarebbero state delle irregolarità sull’esame sostenuto lo scorso 17 settembre. Infatti la Guardia di Finanza aprì delle indagini sulla validità delle prove sostenute. Secondo l’accusa, l’ex Barcellona ottenne l’aiuto dell’Università per Stranieri di Perugia per superare l’esame, valido ai fini dell’ottenimento del passaporto. Nel registro dei PM furono scritti vari nomi, indagati a titolo di falso materiale e ideologico oppure per false dichiarazioni. Ma non il nome dello stesso Suarez.

Caso esame Suarez, il calciatore ricevette le telefonate di Paratici e Agnelli

Dalla lettura del verbale risulta che il centravanti, a lungo corteggiato dalla Vecchia Signora, parlò personalmente con Alessio Paratici. Parlando del ds bianconero dichiara: “Mi disse che mi avevano contattato perchè pensavano che avessi il passaporto italiano come mia moglie. Gli risposi che non lo avevo, avevo solo iniziato a fare la relativa pratica chiedendo tutti i certificati necessari nei Paesi in cui ho vissuto”. L’attaccante continua affermando: ” Il mio avvocato aveva parlato con Paratici e aveva saputo che era difficile ottenere la cittadinanza. Allora ho deciso di proseguire comunque la pratica per ottenere il passaporto. Non ricordo la data esatta ma era durante le lezioni”.

La telefonata da parte di Andrea Agnelli

Luis Suarez, davanti ai Pm umbri, dice di aver ugualmente sostenuto l’esame e di aver ricevuto una chiamata da Andrea Agnelli due giorni dopo. Queste le parole al riguardo: “Due giorni dopo mi chiamò il presidente Agnelli per dirmi che era dispiaciuto che la trattativa non era andata a buon fine e mi ringraziava per quanto avevo fatto per facilitare la trattativa, anche forzando i rapporti con il Barcellona. Agnelli mi disse che con il calcio non si possono mai fare programmi certi. Con lui non avevo parlato mai prima di allora.”. Queste parole ingarbugliano ancora di più la vicenda.

Leggi anche:  Serie A, Atalanta-Venezia 4-0: tripletta di Pasalic, lagunari ko

Le parole di Suarez sulla professoressa. La replica dell’avvocato sul Caso esame Suarez

Il nazionale uruguayano sull’insegnate del corso di italiano afferma che: “La professoressa Spina mi ha mandato la mail con l’allegato pdf e ha detto che dovevo studiarlo bene perché quel testo poteva essere chiesto all’esame“. Questo potrebbe essere un passaggio fondamentale per le indagini. Dopo la pubblicazione del verbale, la replica del legale della docente non è tardata ad arrivare. L’avvocato della professoressa dice che: “Le parole del calciatore non contraddicono la versione della mia assistita: stavano facendo una simulazione, nel corso delle lezioni lei gli ha inviato anche altro materiale didattico“.

Le indagini proseguono

Le parole dei protagonisti del Caso esame Suarez non mettono fine alla vicenda. Le indagini degli inquirenti proseguono. Sicuramente si dovrà procedere in tempi rapidi per dissolvere le nubi che si sono addensate sui Campioni d’Italia. La stella di Luis Suarez continua a brillare, purtroppo per il calcio italiano, lontano da Torino.

  •   
  •  
  •  
  •