Georgia-Spagna e Olanda-Lettonia giocheranno col pubblico

Pubblicato il autore: Federica Palman Segui


I tifosi torneranno negli stadi per Georgia-Spagna e Olanda-Lettonia, valide per le qualificazioni ai Mondiali del 2022. Il governo di Tbilisi ha infatti dato il via libera per un’apertura parziale dello stadio Boris Paichadze, che ha una capienza massima di 55 mila spettatori. In Georgia il 28 marzo si giocherà quindi davanti a circa 15 mila persone. Il giorno prima, invece, alla Johan Cruyff Arena di Amsterdam per la partita Olanda-Lettonia ci saranno 5 mila tifosi, che dovranno dimostrare di essere risultati negativi al Covid tramite un’app abbinata al biglietto.

Continuano così le riaperture degli impianti sportivi, già avvenute in alcuni Paesi. In Russia, per esempio, in occasione della gara Zenit-Akhmat gli spettatori sono stati addirittura vaccinati. In Ucraina, invece, per circa un mese 4-5 mila persone hanno potuto accedere agli stadi, prima di una nuova chiusura. Altre nazioni stanno pianificando scrupolosamente la riapertura degli impianti. In Inghilterra, la data fissata è il 17 maggio. Per l’ultima giornata di Premier League, sarà possibile riaprire gli stadi a 10 mila spettatori, o per il 25% della loro capienza. La Spagna punta a riaprire con una capienza del 20-25% per la finale di Copa del Rey del 3 aprile tra Athletic Bilbao e Real Sociedad.

Leggi anche:  Selvaggia Lucarelli: "L'uso che il giornalismo sportivo fa delle belle ragazze è già una molestia"

Stadi aperti: l’obiettivo è Euro 2020

Il presidente dell’UEFA Aleksander Ceferin ha confermato come l’obiettivo per il 2021 sia quello di disputare tutte la partite di Euro 2020 in presenza di tifosi. Ceferin ha espresso il desiderio di mantenere le 12 sedi originali (Roma, Amsterdam, Baku, Bilbao, Bucarest, Budapest, Copenaghen, Dublino, Glasgow, Londra, Monaco e San Pietroburgo), ma ha aggiunto che, nel caso in cui qualche Paese non dovesse essere d’accordo per la riapertura, le partite interessate potrebbero essere spostate. La data di scadenza per confermare la disponibilità a rispettare le condizioni richieste dall’Uefa è il 7 aprile.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,