Ibrahimovic Show: “Puoi domare un leone, ma non Zlatan”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


Zlatan Ibrahimovic trova sempre il modo per far parlare di sé. L’ultima intervista, al Champions Journal, è stata come un Show per l’attaccante svedese del Milan. Zlatan, impegnato fino a domani con la sua Nazionale, soltanto giovedì avrà modo di ritornare in Italia per unirsi al suo Milan. Intanto rilascia interviste che poi rimbalzano ovunque, sul web e non, grazie alle sue frasi.

Ibrahimovic Show

Il fuoriclasse del Milan, parlando della sua “longevità” nel mondo del calcio, ha dichiarato: “Puoi domare un leone, ma non puoi domare Zlatan. È un animale diverso“. Ibra racconta i “segreti” che lo rendono così forte alla sua età (39 anni), afferma: “Ho un problema, non sono mai soddisfatto. Ho 39 anni e, con quello che ho fatto, non ho più l’obbligo di lavorare perché ho avuto comunque una bella vita, ma ho ancora questa passione per quello che sto facendo”. Non è una questione di età, è la tenacia e la determinazione che fanno la differenza e Zlatan ne ha da vendere. Lo svedese continua: “Voglio sempre di più. Forse è per questo che oggi sono qui e sono in grado di giocare e fare quello che sto facendo, perché non vedo molti della mia età fare come me. Il momento in cui un giocatore supera i 30 è quando inizia a calare e lascia. Dopo i 30 sono diventato ancora più forte”.

L’attaccante si è infortunato nel 2017, infortunio che sembrava aver sancito la fine della sua carriera. Ai tempi era un giocatore del Manchester United. Ma Zlatan non si è arreso e dopo un lungo e duro lavoro, è riuscito a ritrovare forma e forza fisica. Condizione che lo ha riportato a grandi livelli, come abbiamo visto al Milan e, addirittura, anche la convocazione in Nazionale. Ibra aveva detto addio alla Svezia nel 2016. Sull’infortuno del 2017 ha dichiarato: “Mi ci è voluto un anno per tornare e sentirmi vivo”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie A, le più veloci sostituzioni degli ultimi 10 anni: primato Samir con soli 3 minuti giocati, Valoti il più veloce dentro-fuori per scelta tattica