Llorente, tempi brutti al Napoli: “Venivo dopo Osimhen e Petagna”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


Fernando Llorente
è passato da “El Larguero” e ha parlato del suo mancato ritorno all’Atletico Bilbao. L’attaccante che, durante il mercato di gennaio è passato dal Napoli all’Udinese, avrebbe avuto piacere di un ritorno in patria. Il giocatore parla anche dei momenti poco felici a Napoli e della Juventus.

Llorente: “A Napoli mi mancava continuità”

L’attaccante spagnolo è arrivato in forza all’Udinese lo scorso gennaio, lasciando finalmente e definitivamente Napoli. Un’esperienza poco piacevole quella in azzurro, il giocatore dichiara: “Non è facile quando non giochi e quando vedi che non contano su di te. Ti senti sottovalutato. È difficile lottare così, ma nonostante ciò le occasioni non sono arrivate”. – Su Gattuso“Quando sono arrivato gli hanno ingaggiato due giocatori che dovevano giocare per decreto prima di me (Osnimeh e Petagna). Viene in un club dove gli portano anche due nuovi attaccanti, è normale che dia loro fiducia”. L’ex Juve è contento all’Udinese: “Sto bene qui, ho continuità. A Napoli mi mancava. Sto bene anche fisicamente”. 
Lo spagnolo parla anche di Cristiano Ronaldo e le polemiche sull’uscita dalla Champions: “Quest’anno aveva molta pressione addosso, la Juventus lo ha ingaggiato per vincerla e in quel periodo sembrava tutto perso: sia campionato che Champions. Ma non credo che lascerà la Juventus, anche se Ronaldo può fare tutto, può andare dove vuole, tutto vorrebbero averlo in squadra”. 

Llorente avrebbe avuto piacere di tornare in una sua ex squadra spagnola: l’Atletico Bilbao. Prima di andare a Udine, dove ha dichiarato di stare bene, è arrivata anche la possibilità Bilbao: “Avrei avuto piacere di tornare all’Atletico Bilbao, è il club della mia vita, sono cresciuto lì. E’ lì che volevo finire lì la mia carriera. Se la vutà mi porterà lì, ne sarò felice”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan piccola rivoluzione nella partita con il Genoa