Milan, futuro incerto per Tomori: le parole del difensore

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


Fikayo Tomori
è arrivato al Milan in prestito dal Chelsea solo pochi mesi fa, ma sono bastati per spingere la società al riscatto. Ma il futuro del difensore non è certo. A parlarne è lo stesso Tomori durante un’intervista alla Gazzetta dello Sport.

Milan, riscatto Tomori fissato a 28 milioni di euro

Il riscatto del canadese naturalizzato inglese è fissato a 28 milioni di euro, soldi che il Milan dovrebbe versare nelle casse del Chelsea a fine campionato. Ancora non si cerca l’intesa definitiva, neanche il giocatore ha certezze sul proprio futuro: “Qui sono felice, mi diverto. Ma non voglio pensare al futuro anche perché non decido solo io“. L’ingaggio potrebbe essere un problema, ma il Milan farebbe un grande investimento per il presente e il futuro. Tomori ha grandi qualità tecniche e una grande tenacia. Ha le idee chiare l’ex Blues: “Terry, Ramos, Van Dijk e Cannavaro. Il prima possibile voglio diventare fra i migliori al mondo nel mio ruolo“. 

Altra grande ispirazione del giovane difensore è Paolo Maldini: “Avere Maldini come capo dell’area tecnica è come per un attaccante avere Messi come ds. Quello che vuoi fare è impressionarlo tutti i giorni”.  Tomori a breve conseguirà la laurea in Business Menagement, un traguardo importante per un giocatore, soprattutto non semplice considerando gli impegni: “Una cosa che mi piace, ho pensato di utilizzare al meglio il lockdown”. 
Infine, sul Milan e l’obiettivo scudetto, Fikayo ha dichiarato: “La distanza dall’Inter è grande, ma sappiamo che possiamo fare qualcosa di speciale. Non vedo perché non dovremmo credere nello scudetto fino alla fine”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Copa Argentina: il Talleres de Córdoba raggiunge in finale il Boca Juniors
Tags: