Sami Khedira addio al calcio: l’annuncio ufficiale via Twitter

Pubblicato il autore: Martina Musu Segui


Sami Khedira, ex centrocampista della Juventus e campione del mondo con la Nazionale tedesca nel 2014, ha deciso di dire addio al calcio giocato. Cresciuto nelle giovanili dello Stoccarda, nel 2006 debutta in prima squadra contro l‘Herta Berlino. Nel 2010 viene ceduto al Real Madrid. All’inizio della stagione 2012 vince la Supercoppa di Spagna nella doppia sfida contro il club blaugrana, il Barcellona. Per Khedira la stagione 2013-2014 si rivela molto sfortunata. Con il Real Madrid collezione solo 11 presenze durante il campionato a causa di un infortunio che lo terrà fuori dal campo fino alla fine della stagione. Recupererà giusto in tempo per vincere la finale di Champions League contro i rivali della capitale spagnola, l’Atletico Madrid. La stagione 2014-2015 comincia con la vittoria della Supercoppa Europea e del Mondiale per club. Nello stesso anno il Real Madrid sarà eliminato in Champions dalla Juventus. Khedira, con il contratto il scadenza, decise di non rinnovare con i blancos. Il 9 giugno 2015 viene ceduto alla Juventus e nonostante il periodo segnato da diversi infortuni riesce a conquistare i primi trofei in territorio italiano. In totale con la maglia bianconera sono cinque i campionati italiani vinti e tre Coppa Italia alzate. A febbraio 2021 rescinde il proprio contratto con la Juve e approda all’Herta Berlino.

Leggi anche:  Juventus, Cristiano Ronaldo non si sbilancia: "Quello che verrà, sarà per il meglio. Ora sono concentrato sull'Europeo"

 

Sami Khedira dice addio al calcio: l’annuncio ufficiale via Twitter

Il giocatore tedesco Sami Khedira a 34 anni, lascia il mondo del calcio giocato. Con un tweet lo ha annunciato ufficialmente l’Herta Berlino, l’attuale club dove milita il calciatore. “ Un davvero grande lascia il calcio – scrive il club tedesco – anche se non hai indossato a lungo la nostra maglia, grazie di tutto, è bello che tu ci abbia aiutati in un momento difficile!. Dopo queste belle parole lo stesso giocato ha aggiunto: “è un passo piuttosto difficile, ma quello giusto, 15 anni di calcio professionistico, hanno lasciato il segno”.

  •   
  •  
  •  
  •