Simeone giura amore eterno al Napoli: “Sono uomo di mare, quando lo guardo sto bene”

Pubblicato il autore: Davide Corradini

simeone napoli
Simeone giura amore eterno al Napoli: “Sono uomo di mare, quando lo guardo sto bene”. L’attaccante argentino ha parlato del rapporto con la città, svelando qualche aneddoto durante la conferenza stampa di vigilia della partita di Champions League contro il Glasgow Rangers. Ecco le sue parole alla stampa.

Simeone e l’amore al Napoli, le parole del figlio del Cholito

Il Cholito ha detto che gode di questo Napoli anche quando non gioca. Che non è importante il minutaggio, o venire schierato titolare oppure subentrare dalla panchina. L’importante è farsi trovare pronto ogni volta che il mister decide che è il momento di dare una mano alla squadra. Simeone ha parlato anche del tecnico Spalletti, del suo ruolo da allenatore all’interno della squadra. Ha raccontato che il tecnico scherza con il gruppo, dei suoi scherzi nello spogliatoio, ma anche della voglia di migliorarsi e migliorare i suoi ragazzi. Del lavoro continuo verso il perfezionamento delle qualità che ha la squadra.

Le sue dichiarazioni: Spalletti come allenatore si vede ogni domenica. Negli allenamenti cerca sempre di farti esprimere il massimo. Ogni volta che fai bene ciò che gli interessa è la prossima. Pur di fare bene e vincere lui cerca di farti migliorare in ogni dettaglio. È una persona che a volte ti fa ridere, gira per lo spogliatoio e fa degli scherzi. A volte non c’è e non sai come può arrivare nella giornata. Ma lui è sempre sul campo a farti concentrare, ti fa capire cosa migliorare. È molto importante

Per caratteristiche pensi di assomigliare più a Osimhen o Raspadori? “Penso di avere l’attacco allo spazio simile a Osimhen, Raspadori viene più incontro per creare triangolazioni e gestire il gioco. Io mi sento un calciatore che vuole attaccare la profondità con l’aiuto dei terzini”.

Sull’importanza della partita di domani sera: “Si è importante, cercheremo di dare il massimo. C’è un buon clima e deve aiutarci per continuare su questa strada”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ahi Salernitana: infortunio per un perno fondamentale della difesa, ecco la prima diagnosi
Tags: