Fiorentina-Atalanta 1-0: le pagelle viola al pepe

Il racconto ed il commento della semifinale di andata di Coppa Italia, in programma tra Fiorentina e Atalanta, vinta dai gigliati per uno a zero. E la nostra analisi è appunto sviluppata su sponda viola. Nessuna insufficienza e qualche eccellenza registrata.

Una grande Fiorentina batte l'Atalanta di misura, ma il risultato poteva essere ben più ampio senza uno strepitoso Carnesecchi (anche se non va dimenticato il buon lavoro fatto in partita da Terracciano).

Nessuna insufficienza e complimenti a tutti nelle pagelle gigliate che state per leggere, però vogliamo sottolineare le prove di due ragazzi di cui si parla poco. Ci riferiamo a Mandragora che, oltre al grandissimo goal di ieri sera, è almeno un mese abbondante che sta giocando molto bene; e poi a Parisi che ha disputato un buon match, ordinato ed intelligente, nonostante erano 4 mesi circa che non partiva titolare in una partita.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Sabatino Durante: “L’Inter non prenderà Gudmundsson e Bento, ti dico la mia su Allegri e Thiago Motta. Sugli Europei…”

Pagelle Fiorentina

Terracciano 6,5: quando viene chiamato in causa, risponde sempre presente. Attento e concentrato.

Kayode 6,5: farà anche qualche errore, ma a 19 anni è tanta roba. Combattente.

Milenkovic 6,5: non ripete la serataccia della gara col Milan e nel finale provocherebbe anche l'espulsione di Scamacca, che Mariani non ha il coraggio di decretare. Concreto.

Ranieri 7-: davanti a Spalletti torna in versione insuperabile o quasi. Efficace.

Parisi 7-: vince il duello con Holm, fa ammonire Miranchuk e serve il pallone d'oro a Nico del 2-0, che l'argentino non sfrutta a dovere. Si applica con dedizione.

Bonaventura 6+: dispensa consigli a tutti, cerca di aiutare gli altri con l'esempio. Esperienza al servizio della squadra.

Mandragora 8: giganteggia a centrocampo in entrambe le fasi. Si immola nel primo tempo per salvare su Miranchuk e poi segna un goal di pregevolissima fattura. Stellare.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Salernitana-Verona: le scelte di Colantuono e Baroni

Nico Gonzalez 6+: nove portieri su dieci non avrebbero preso quel colpo di testa, ma uno forte come lui deve segnare almeno un goal nelle due occasioni che gli capitano nella ripresa. Stantuffo.

Beltran 7-: ci ripetiamo, continua a garantire qualità e quantità. Beniamino.

Kouamé 6+: come dice Italiano, quando c'è da fare la guerra, non si può rinunciare all'ivoriano. E lui lotta contro tutto e tutti per 96 minuti. Battagliero.

Belotti 6,5: è vero che ha segnato una sola rete ufficiale da quando è arrivato, ma tra legni colpiti, rigori procurati, palloni recuperati, chilometri percorsi ed un dente perso ieri sera la sua pagnotta se la guadagna sempre. Gladiatore.

Arthur n.g. ma non entra con l'atteggiamento giusto.

Ikoné n.g.

Italiano 7: se la Fiorentina costruisce in partita il triplo dell'Atalanta, è anche merito di come ha preparato (bene) la partita. Motivatore.

Leggi anche:  Sky annuncia: la Fiorentina ha scelto il nuovo direttore sportivo