Bundesliga oggi al via, ecco i talenti da tenere d’occhio

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui

Oggi, alle 15:30, ritorna il Calcio. E per tutti gli appassionati è davvero una liberazione, dopo due mesi abbondanti di repliche di vecchi match oppure di continui amarcord sulle reti televisive, ecco che ritorna a rotolare un pallone in tempo reale, per davvero: in Germania, si riprende a giocare, e sotto sotto un po’ tutti i tifosi si augurano che lo stesso accada nuovamente anche in Italia. Certo, non ci saranno i tifosi sugli spalti, ma intanto la sensazione di rivedere quei ventidue uomini a rincorrersi dietro la sfera è sicuramente speciale: soprattutto se, come accade in Bundesliga, molti di quei ventidue sono giovani talenti pronti ad esplodere. Andiamo allora ad analizzare quali sono i più forti giovani Made in Germany.

Bundesliga, teniamo d’occhio questi ragazzi

Erling Haaland– nome scontato, ma c’è poco da fare: è lui il fenomeno della Bundesliga. Arrivato a gennaio al Borussia Dortmund, per presentarlo bastano i numeri: con i gialloneri, 8 presenze e 9 gol in campionato, 2 presenze e 2 gol in Champions League, 1 presenza e 1 gol in coppa nazionale. Serve altro?

Alphonso Davies– altro nome “banale”, ma il diciottenne canadese ha veramente impressionato in questi mesi, tanto da diventare titolare fisso come terzino. Un gol e tre assist, vale già 50 milioni: è un talento impressionante.

Kai Havertz– solo due parole: cento milioni. Per il trequartista del Bayer Leverkusen, le Aspirine chiedono questa cifra. Juventus e Manchester United ci hanno fatto un pensiero, ma la valutazione spaventa.

Jadon Sancho– c’è chi parla già di un duello pronto tra lui e Mbappè per le prossime dizioni del Pallone d’Oro, e un motivo ci sarà. L’ala londinese del Borussia classe 2000 ha realizzato 14 gol e 16 assist in 23 presenze: con Jadon in campo, parti almeno da 1-0. Fenomeno assoluto.

Giovanni Reyna– ala e trequartista statunitense del Borussia Dortmund, finora ha giocato pochino in Bundesliga ( presenze per lui), ma è considerato uno dei migliori prospetti del panorama tedesco. Visti i fenomeni che vengono fuori da Dortmund, c’è da crederci.

Ozan Kabak– nello Schalke 04 che riapre il campionato c’è un talento più in vista degli altri, ed è proprio il turco. 19 presenze e 3 reti per un difensore col vizio del gol, sembrava ad un passo dal Milan nella scorsa sessione di mercato estivo. E’ rimasto in Germania, ma i top club chiamano.

Paulinho– brasiliano classe 2000 arrivato dal Vasco da Gama, ora al Leverkusen. In Bundesliga, 7 presenze e 3 gol, con un gol ogni 56 minuti: non male, decisamente.

Joshua Zirkzee– 2001 olandese del Bayern, all’esordio tra i pro ha segnato il gol vittoria per i bavaresi pochi secondi dopo il suo ingresso in campo. Poi, 3 gol in 5 presenze per una media altissima (un gol ogni 57′): il post-Lewandowski è assicurato.

Dan-Axel Zagadou– enorme centrale francese ex PSG classe ’99, è uno dei pilastri della difesa del futuro dei Blues e del Dortmund. Ha già giocato parecchio tra campionato e coppe, trovando anche un gol in Bundesliga.

Nadiem Amiri– perno del centrocampo delle Aspirine, il trequartista (22 presenze e 1 gol in Bundes) prenderà l’eredità dei grandi centrocampisti tedeschi nella Mannschaft: il futuro è in buone mani.

Ethan Ampadu: 2000 ex Chelsea famoso per la capigliatura eccentrica (tagliata qualche mese fa), il difensore e mediano è in prestito al Lipsia dalla scorsa estate. Non ha trovato tantissimo spazio, ma le qualità sono indiscutibili.

Dani Olmo– arrivato a gennaio al Lipsia dalla Dinamo Zagabria, lo spagnolo non ha potuto far vedere tutte le sue qualità a causa dell’emergenza Covid. Ora che si riparte, il trequartista dimostrerà il suo valore.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: