Coppe Europee, tante novità per il triennio 2018-21: ok anche alla quarta sostituzione nei supplementari

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui
MADRID, SPAIN - APRIL 27: UEFA Champions League trophy is seen ahead of the UEFA Champions League semi final first leg match between Club Atletico de Madrid and FC Bayern Muenchen at Vincente Calderon on April 27, 2016 in Madrid, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

(Photo by David Ramos/Getty Images© scelta da SuperNews )

COPPE EUROPEE TRIENNIO 2018-2021: TUTTE LE NOVITA’ – Il prossimo triennio di Champions League ed Europa League sarà ricco di novità importantissime. La più grande è senza dubbio l’introduzione della quarta sostituzione nei match delle due competizioni Uefa che si protrarranno fino ai tempi supplementari: quindi la regola varrà a partire dagli ottavi di Champions e dai sedicesimi di Europa League. Ma non finisce qui: come già preannunciato dall’Uefa qualche mese fa, cambieranno gli orari delle partite di Champions League, che avranno inizio non più alle 20,45 ma alle 21. Inoltre nel periodo dei gironi due partite di martedì ed altrettante del mercoledì avranno inizio alle ore 18,55, mentre tutte le partite dell’ultima giornata saranno disputate in contemporanea (come succede agli Europei per nazionali). Per quanto riguarda l’Europa League, invece, le gare verranno disputate nella fase a gironi e fino agli ottavi di finale nelle fasce orarie 18,55 e 21,00, per poi passare all’orario delle 21,00 a partire dai quarti di finale. Da segnalare anche che dal prossimo anno la squadra vincitrice dell’Europa League indosserà un badge distintivo sulla manica, come già succede da qualche anno per le squadre vincitrici della Champions League.

Altra grande novità introdotta per il triennio 2018-2021 delle Coppe Europee è l’abolizione del vincolo nelle liste Uefa per tutti quei calciatori che  hanno già disputato una delle due competizioni internazionali con altri club nel corso della stagione. Infine, come già succede dalla stagione 2011-2012 nella nostra massima serie e da diversi anni in alcuni dei principali campionati nazionali europei, dal prossimo anno sarà possibile, solo ed esclusivamente per le finali, portare in panchina dodici calciatori anziché sette: dunque i calciatori convocabili ed arruolabili per la partita saranno ventitré e non più diciotto. Da segnalare che quest’ultima modifica sarà attuabile anche sulla Supercoppa Uefa, in programma ad agosto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: