Roma nun fà la stupida, a Barcellona: provaci!

Pubblicato il autore: Francesco Quattrone Segui

Sulle note della canzone di Lando Fiorini, la Roma va di scena a Barcellona, nei quarti di finale di Champions League. Il parziale tra Italia e Spagna è di 0-1, vista la pesante sconfitta subita dalla Juventus di Allegri in casa, contro un Ronaldo mostruoso (doppietta). Ora tocca alla squadra di Eusebio Di Francesco tentare il colpo per pareggiare il conto.  Non sarà di certo semplice, ma ha 180 minuti a disposizione. Il primo round sarà nella tana degli extra-terrestri, dove bisogna difendersi con ordine e tenere alta la concentrazione, perchè se sbagli un solo centimentro, risulterebbe fatale. Non prendere gol, dunque, è l’obiettivo per poi giocarsi la qualificazione al ritorno davanti ad un Olimpico tutto esaurito, pronto a fare il dodicesimo uomo in campo.

Ritorniamo a stasera, perchè ci sono i primi 90 minuti. La Roma dovrà, come detto prima, fare una gara difensiva ma allo stesso tempo intelligente. Bisogna quindi, rimanere corti, uniti il centrocampo e la difesa, in modo da concedere poco al Barcellona di Messi, che come sappiamo lì davanti fa paura. Servono testa e cuore,  è necessario sfruttare le occasioni in contropiede che capiteranno, dato che i blaugrana saranno più propositivi e di conseguenza saranno costretti a lasciare degli spazzi. Quindi, cara Roma provaci, giocatela a viso aperto tenendo però conto di chi hai di fronte. Non puoi permetterti nessuna distrazione. Anche perchè i marziani, da febbraio in poi sono stati fermati sul pareggio da Espanyol, Getafe, Las Palmas e Siviglia. Nell’ultima partita di Liga Vincenzo Montella, ex attaccante giallorosso, e ora allenatore dei Rojiblancos ha pareggiato al Camp Nou. Avanti addirittura di due gol, poi rimontati nel finale grazie a Messi e Suarez. A proposito di quest’ultimo, non segna in Champions da 13 mesi. Anche la pulce vive un periodo così, dopo l’infortunio, non è quindi al 100% della sua forma. Il Barça finora non ha mai perso nè in campionato nè in Champions. Ci sarà pure la prima volta? Ha preso solo un gol in questa compezione in casa, contro l’Olympiacos (3-1). Questo dato statistico non deve mettere paura, ma dare un motivo in più per crederci a compiere questa impresa, una chance ghiotta per fare qualcosa di straordinario.

Vai ROMA!

  •   
  •  
  •  
  •