Champions League: vittorie con il botto per le italiane. Juve e Roma a un passo dagli ottavi

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Edin Dzeko – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il martedì di Champions lascia in eredità una serata assolutamente positiva per le squadre italiane. Juventus e Roma superano con autorità, personalità e organizzazione di gioco il Manchester United e il CSKA Mosca, compiendo un importante balzo in avanti in classifica. I bianconeri espugnano “Old Trafford“, evento che non accadeva dal novembre 1996 quando fu Del Piero, su calcio di rigore, a regalare una gioia all’allora squadra allenata da Marcello Lippi. Stavolta il match-winner porta l’effige di Paulo Dybala, che con un guizzo puntuale sotto porta ha messo ko la retroguardia dello United.

Bianconeri compatti e determinati che hanno affrontato a viso aperto i Red Devils, non rischiando praticamente nulla nell’arco dei 90 minuti, se non in occasione di un tiro dell’ex Pogba, stampatosi sul palo. La Vecchia Signora sale, così, a quota 9 in classifica, nel girone H, lasciandosi dietro le spalle il Manchester United a 4, il Valencia a 2 e lo Young Boys, fanalino di coda, a quota 1. Una superiorità manifesta e schiacciante da parte della banda guidata da Massimiliano Allegri, la quale il prossimo 7 novembre potrebbe già ipotecare, con due giornate d’anticipo, l’accesso agli ottavi di finale come prima della classe.

Leggi anche:  Ramsey attacca la Juventus. Ecco le parole del gallese

Sorride la Juventus, lo stesso fa la Roma. I giallorossi cancellano con un colpo di spugna l’amarezza subita sabato scorso in occasione del ko casalingo ad opera della Spal. All'”Olimpico“, stavolta, sono gli uomini di Eusebio Di Francesco a trionfare, annichilendo i russi del CSKA Mosca attraverso un ineccepibile 3-0. Mattatore della serata, Edin Dzeko autore di una doppietta. Con i due gol siglati ieri sera, il centravanti bosniaco sale a quota 80 reti con addosso la maglia della Roma, issandosi, momentaneamente, in testa alla classifica cannonieri di quest’edizione della Champions League, con 5 centri all’attivo, al pari di Messi. A chiudere i giochi ci ha pensato, poi, Under, a testimonianza che i giallorossi abbiano disputato un match caratterizzato da ordine tattico e spinti dalla voglia di reagire dopo le critiche piovute addosso lo scorso week-end.

Leggi anche:  La Juve ha messo Saul Niguez nel mirino

La Roma risponde presente e lo fa attraverso una vittoria ridondante, l’ennesima, dopo il 5-0 casalingo inflitto al Viktoria Plzen. A seguito di questo trionfo i capitolini salgono in testa al girone G, in compagnia dei campioni d’Europa in carica del Real Madrid, con 6 punti all’attivo. Segue il CSKA Mosca a quota 4, chiude il raggruppamento il Viktoria Plzen a 1. La banda di Di Francesco ha capitalizzato al meglio le doppie sfide all'”Olimpico” contro CSKA e Viktoria Plzen, conquistando sei punti su sei e soprattutto mettendo a segno 8 gol non subendone alcuno.

Il tecnico giallorosso, però, non compie voli pindarici con la fantasia. Nelle dichiarazioni rilasciate al termine del match ha apprezzato l’atteggiamento dei suoi uomini e il gioco espresso per larghi tratti della gara ma non abbassa l’attenzione. A suo dire occorrerà migliorare ulteriormente e soprattutto bisognerà evitare in futuro di ammirare una Roma e un Dzeko dal doppio volto: famelici in Champions, distratti e spesso svogliati in campionato.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,