De Roon: “Oggi mi sarei dovuto sposare e poi giocare la finale di Champions…”

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Marten De Roon è un dei punti fermi dell’Atalanta di Gianpiero Gasperini. L’olandese, un gol in questa stagione, avrebbe dovuto oggi coronare il suo sogno d’amore sposando la fidanzata, ricarda. Tutto rinviato a causa della Pandemia ma, nonostante il rammarico, Marten trova la forza per “riderci su” e, in un post Instagram, dedica belle parole ai due amori della sua vita: Riccarda e…l’Atalanta.

De Roon: “Mi sarei dovuto sposare, poi giocare la finale di Champions”

Marten De Roon, centrocampista dell’Atalanta, ha visto infrangersi il proprio sogno d’amore a causa del Covid-19. Oggi, infatti, l’olandese avrebbe dovuto convolare a nozze con la “sua” Riccarda, ma l’emergenza sanitaria ha mpedito qualsivoglia tipo di celebrazione.
Nonostante il rammarico più che comprensibile, De Roon ha voluto comunque omaggiare la fidanzata con un post su Instagram nel quale, a dire il vero, ha trovato spazio anche il secondo amore dell’ex Heerenveen: l’Atalanta
Oggi, probabilmente intorno alle 13:30, sarei stato molto nervoso – ha scritto De Roon rivolgendosi alla futura moglie – Avrei detto di sì per condividere la mia vita con te. Avvrei riso delle mie stesse parole, avrei sorriso alle tue. Avrei goduto della compagnia dei nostri amici. Mi sarei voluto ubriacare, ma non avrei potuto, perché avrei dovuto giocare la Finale di Champions con l’Atalanta”.

Un’ultima frase, questa, che farà sicuramente piacere ai tifosi nerazzurri. I bergamaschi, prima che il Covid fermasse il calcio, avevano staccato il “pass” per i quarti annichilendo il Valencia. Certo,  l’Atalanta non è forse ancora pronta  a sollevare il trofeo, ma De Roon conosce bene l’ambiente dall’interno. I ragazzi del “Gasp” hanno saputo stupire in questi anni, andando ben oltre i propri limiti: chissà che la profezia dell’olandese  non si avveri in una calda estate d’agosto quando, ci auspichiamo, ci saremo lasciati tuto questo brutto periodo alle spalle e potremo tornare a vivere in completa normalità, al fianco delle persone cui più vogliamo bene.

  •   
  •  
  •  
  •