Champions League, ritorno degli ottavi di finale, vietato sbagliare

Pubblicato il autore: Montrosset Marc Segui


9 Marzo 2021:
ci troviamo di fronte a quello che per molte squadre rappresenta già il momento chiave della stagione, vale a dire il ritorno degli ottavi di finale di Champions League. 16 squadre, ma a staccare il pass per i quarti saranno solamente 8. Due settimane dunque di fuoco, con 8 match imperdibili, in cui per le varie compagini è vietato sbagliare. Juventus, Porto, Borussia Dortmund, Siviglia, Liverpool Lipsia, Barcellona e Paris Saint-Germain . Saranno loro, le prime 8 ad andare in scena questa settimana. Partiamo però con ordine.

Champions League, la Juventus cerca il riscatto

La Juventus è chiamata a reagire dopo la sconfitta con il Porto per 2-1 in terra andalusa. I bianconeri dalla parte loro hanno il fattore campo, ma la squadra di Sergio Conceincao avrà a disposizione 2 risultati su 3 per passare il turno. La squadra di Pirlo tuttavia, nella partita d’andata all’Estadio do Dragao ha trovato il preziosissimo gol di Chiesa nel finale, e dunque a Ronaldo e soci basterebbe una vittoria per 1-0 in casa per passare il turno. Champions League che, però, nell’ultima stagione non ha sorriso ai bianconeri. Questa sera la Vecchia Signora vorrà dunque riscattarsi ed evitare un’altra figuraccia europea, dopo quella con il Lione l’anno scorso.

Leggi anche:  Real Madrid-Inter, streaming e diretta tv in chiaro Mediaset? Dove vedere il match

Siviglia e Borussia Dortmund, scontro tra outsider in Champions

Nell’altro match di questa sera, a contendersi un posto tra le prime 8 d’Europa saranno Borussia Dortmund e Siviglia. Queste due squadre non sono le favorite per la vittoria finale del torneo, ma hanno entrambe le carte in regola per provare ad infastidire chiunque. La squadra tedesca, trascinata dal giovane Haaland all’andata si impose per 3-2 in Spagna, e parte dunque favorita. Gialloneri che, tuttavia, non sono nel loro periodo migliore e che soprattutto non potranno fare affidamento sui propri tifosi, da anni considerati tra i più caldi d’Europa. La squadra spagnola, allenata da Lopetegui negli ultimi ha dimostrato una particolare attitudine nelle coppe europee, come testimoniano le 4 Europa League, vinte negli ultimi 7 anni. Il tutto a fare da contorno ad un altro match imperdibile. Fischio d’inizio, ore 21:00.

Leggi anche:  Milan-Liverpool streaming gratis e diretta TV Canale 5 o Sky? Dove vedere Champions League

Liverpool, andare avanti in Champions League per salvare la stagione

Se la qualificazione nei match di questa sera sembra ancora aperta il discorso è diverso, per quanto riguarda gli incontri di domani. Il Liverpool parte dal 2-0 ottenuto in Germania, ed è nettamente favorito per il passaggio del turno. I Reds però non sono più quelli degli ultimi 2 anni e senza Van Dijk e Joe Gomez, il reparto difensivo non è più imperforabile come lo era fino a poco tempo fa. Anfield inoltre, così come il Signal Iduna Park, sarà vuoto e dunque gli inglesi non saranno supportati dalla loro gente. Il Liverpool però data l’ormai impossibilità di vincere il titolo in Inghilterra, proverà a puntare tutto sulla Champions. Il Lipsia dal canto suo, ha meno da perdere rispetto agli avversari e proverà in tutti i modi ad Espugnare la splendida cornice di Anfield Road.

Leggi anche:  Real Madrid-Inter, streaming e diretta tv in chiaro Mediaset? Dove vedere il match

PSG, qualificazione in cassaforte. Ma il Barcellona non muore mai

Veniamo all’ultima partita di questa settimana: PSG-Barcellona. La qualificazione sembra ormai cosa fatta per i francesi. Mbappé e compagni si sono imposti in Spagna con un rotondo 4-1 al Camp Nou, quindi alla squadra di Koeman servirà un’autentica impresa per passare il turno. Il Barcellona, però, seppur lontano dall’essere tra i migliori della storia, è pur sempre il Barcellona. I blaugrana non muoiono mai e la squadra parigina lo sa bene. I francesi si ricorderanno sicuramente di come la squadra, ai tempi allenata da Emery, dopo la vittoria casalinga ai danni del Barca per 4-0, sia poi stata eliminata con un’incredibile 6-1 incassato al Camp Nou. La squadra spagnola ha poi ovviamente anche una tradizione europea e vorrà provare a continuare a dire la sua, magari dimostrando che nonostante siano in molti a pensarlo, il cosiddetto “ciclo spagnolo” non è ancora finito.

  •   
  •  
  •  
  •