Juventus-Porto, tanti episodi dubbi: dal 1′ al 120′. Ecco la Moviola del match

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui


Juventus-Porto
finisce 3-2 ma per la formazione bianconera non basta: ai quarti di finale ci va il Porto. Non sono bastati i tempi regolamentari a decidere il passaggio del turno di Juventus-Porto, ma è stato decisiva la rete da calcio di punizione di Oliveira al 115′. Decisivi soprattutto gli interventi del direttore di gara, Bjorn Kuipers, che ha avuto a che fare con tantissimi episodi da MOVIOLA. L’episodio chiave del match è stato il calcio di rigore in favore degli ospiti al 18′ del primo tempo che ha indirizzato l’intera gara. Ecco di seguito la moviola del match.

Juventus-Porto: la moviola

18 ‘ RIGORE E GOAL PORTO – Cross dalla destra di Corona, Demiral cerca l’anticipo su Taremi ma colpisce l’avversario. Il direttore di gara, Kuipers, indica immediatamente il dischetto: dagli undici metri si presenta Oliveira che batte Szczesny.

Leggi anche:  Juventus, a Salerno chance per Kean: dovrà risollevare un attacco in crisi

49′ GOAL JUVENTUS – Bonucci serve Ronaldo sul filo del fuorigioco, il portoghese stoppa la palla e serve Federico Chiesa che mette il pallone sotto l’incrocio e ristabilisce la parità.

52′ AMMONITO TAREMI – Brutto intervento su Chiesa.

54′ ESPULSO TAREMI – Ingenuità dell’attaccante iraniano che calcia il pallone dopo il fischio del direttore di gara: doppia ammonizione.

60′ JUVENTUS RECLAMA UN RIGORE – Pepe allontana la palla ma colpisce il braccio del compagno di squadra. Contatto ravvicinato e braccia vicine al corpo: non è calcio di rigore.

63′ GOAL JUVENTUS – Cross di Cuadrado che trova l’incornata di Chiesa. Punteggio sul 2-1 in favore dei bianconeri

90+1′ GOAL ANNULLATO JUVENTUS – Alvaro Morata batte Marchesin ma la rete viene annullata per fuorigioco. L’attaccante spagnolo è al di là della linea difensiva.

Leggi anche:  "Non è facile provare che sia stato un affare fittizio"

101′ JUVENTUS RECLAMA UN RIGORE – Marchesin travolge Cristiano Ronaldo in uscita: intervento a gambe tese del portiere argentino. Per il direttore di gara non è calcio di rigore, ma dalle immagini ci sono gli estremi per un calcio di rigore.

111′ PORTO RECLAMA UN RIGORE – Luiz Diaz passa in area di rigore e chiede un calcio di rigore per un fallo di mano di Cuadrado: ne il Var e ne il direttore di gara intervengono. Infatti, il terzino bianconero non tocca la palla con le mani.

115′ GOAL PORTO – Sergio Oliveira mette a segno la doppietta: goal da calcio di punizione. Complice la barriera bianconera, in particolare Cristiano Ronaldo, che si apre e lascia passare il pallone.

117′ GOAL JUVENTUS – I bianconeri non si arrendono: arriva il goal di testa di Rabiot.

Leggi anche:  Partite Champions 8 dicembre a rischio a causa della variante Omicron

120′ JUVENTUS RECLAMA UN RIGORE – Leite anticipa De Ligt in area di rigore ma il difensore bianconero cade a terra. I bianconeri chiedono il calcio di rigore ma anche questa volta il direttore di gara lascia proseguire e il Var non interviene. Giusta la decisione di Kuipers: dalle immagini si nota l’anticipo del calciatore del Porto.

  •   
  •  
  •  
  •