Buffon e il vizio della bestemmia. Ci è ricascato

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Una delle caratteristiche principali legate all’assenza dei tifosi allo stadio è sicuramente la possibilità di sentire tutto quello che viene detto in campo. Infatti sono moltissime le occasioni in cui sentiamo urlare allenatori, staff e giocatori in campo, sia per incitare sia per strigliare nei momenti di difficoltà. Chiaramente, però, ci sono anche episodi che fanno divertire e storcere il naso, scatenando la critica dell’opinione pubblica. Uno di questi casi è sicuramente quello che vede coinvolto Buffon e il suo rapporto con le bestemmie. Infatti il portierone della Juventus non è nuovo a questo tipo di affermazioni, già più di una volta è stato al centro dell’attenzione dei media per questo tipo di frasi.

Buffon e la bestemmia su Lautaro Martinez

La partita di Coppa Italia contro l’Inter per Gigi Buffon è stata sicuramente quella dei record. Infatti lo storico portiere della Juventus e della Nazionale ha strappato le 1100 partite giocate in tutte le competizioni. Record che è stato segnato da una serie di parate che mostrano ancora chi è Buffon. Un record incredibile per Gigi che, però. verrà ricordato per altro più che per le parate decisive. Infatti Buffon è finito al centro del ciclone per una bestemmia detta sul gol di Lautaro Martinez. Questa, immediatamente, ha fatto il giro dei social scatenando l’ilarità e l’indignazione da parte degli utenti. Come detto in precedenza non è la prima volta che capita una cosa del genere. Già lo scorso 26 Gennaio, SuperGigi era stato deferito in seguito ad una frase blasfema pronunciata durante la partita contro il Parma. In questo caso, ora, la Procura Federale vuole vederci chiaro. Per questo motivo, come scritto anche dal Corriere dello Sport, si andrà ad analizzare gli audio e i video di quella partita, cercando di leggere anche il labiale. Il portiere della Juventus rischierebbe un altro deferimento sportivo in caso di colpevolezza. È proprio il caso di dirlo: Il lupo perde il pelo, ma non il vizio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus Ascoli Primavera 5-0: i ragazzi di Bonatti dilagano, marchigiani ko