Un teatro all’insegna del destino: l’Atalanta riscriverà la storia dove tutto è cominciato (al Mapei Stadium)

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Destino. E’ questo il termine più adatto per descrivere una situazione di questo tipo. Il 19 maggio l’Atalanta affronterà la Juventus in finale di Coppa Italia, ma non allo stadio Olimpico di Roma: bensì al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Grazie ad un’operazione di sponsorizzazione che porterà addirittura un milione di euro nelle casse della Lega, l’Emilia Romagna è riuscita a portare a casa l’edizione 2021 del trofeo Nazionale.

La posta in palio nerazzurra è molto alta vista la possibilità di riportare a casa l’ambito trofeo dopo 58 anni di attesa (e cinque finali complessive), ma l’idea che tutto ciò possa accadere in uno stadio dove l’Atalanta ha scritto pagine importanti della sua storia, rende il tutto sicuramente più romantico.

Dai gironi d’Europa League ai sedicesimi di finale contro il Borussia Dortmund tra le lacrime di un popolo unico nel suo genere; dalla delusione contro il Copenaghen a quell’Atalanta-Sassuolo che consegnò la prima qualificazione in Champions League della storia nerazzurra. Momenti che hanno etichettato il Mapei Stadium come una seconda casa per l’intero mondo atalantino: al pari di San Siro la scorsa stagione. Manca più di un mese a quel fatidico 19 maggio, e chissà se sarà ancora il teatro dell’ennesima impresa degli uomini di Gasperini.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Parma-Atalanta probabili formazioni: Muriel in campo dal primo minuto?
Tags: