Pistocchi sul ko del Napoli in E. League : “Meglio una figura di me… calcolata che una inaspettata.” Allusione alla Juve ?

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Il messaggio lanciato ieri sera dal Napoli è stato chiaro: testa al campionato. D’altronde lo si è capito da tempo che i partenopei avrebbero preferito competere per lo scudetto piuttosto che per l’Europa League, a maggior ragione dopo le parole di Sarri nella conferenza stampa pre-match: “È una manifestazione ai limiti della follia perché si gioca di giovedì, al di là del fascino che hanno tutte la sfide internazionali. E’ una manifestazione che dà tanto stress, ma è la seconda a livello europeo e quindi non possiamo snobbarla”. Poi sul San Paolo che già si prospettava essere vuoto: “Molto probabilmente questa sensazione che si respira nell’aria è reciproca: l’interesse per la serie A è maggiore”.

Dunque il risultato di ieri sera è stato semplicemente la conferma di un qualcosa di già scritto, come hanno dimostarto le parole espresse dal giornalista, Ivan Zazzaroni, che in un tweet ha scritto: “La vita è fatta di scelte, priorità, consapevolezze e di figure di merda calcolate. Prima della partita approvavo la linea Sarri: confermo, ha fatto bene a tener fuori i “necessari” assumendosi la responsabilità del ko. L’obiettivo è evidente come i limiti del gruppo”.

Ciò che ha fatto discutere non è stato tanto questo tweet, testimone di una realtà evidente, ma la risposta che il collega, Maurizo Pistocchi, ha riservato al “cinguettio” di Zazzaroni. Infatti l’ex opinionista di Mediaset ha scritto: “Non ho visto la partita ma oggi sono d’accordo con Zazza: meglio una figura di merda calcolata che una figura di merda inaspettata”. Molti si chiederanno: a chi ha voluto alludere Pistocchi? Semplice, alla Juventus, reduce dal pareggio ottenuto in casa contro il Tottenham in occasione della gara d’andata degli ottavi di finale di Champions League. Polemica finita qui? E no purtroppo, infatti Pistocchi dopo questo tweet, ne ha postato un altro particolarmente sibillino contro la Juventus: “Con una rosa di 14 titolari, un fatturato e un monte-ingaggi inferiore, il Napoli in Coppa è stato costretto a fare turn-over con uno scadimento di gioco e prestazione. Sarri ha scelto il Campionato ,ma non dice come Allegri che l’obbiettivo stagionale era lo scudetto”.

Polemiche, queste, che seguono quelle già evidenziatesi nei giorni scorsi, quando l’ex opinionista di Mediaset appena terminata la partita tra Juventus e Tottenham, come se aspettasse un passo falso dei bianconeri, aveva scritto: “Il giorno del sorteggio era una squadretta. Stasera “tutti conoscevano la forza del Tottenham” .

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Napoli-Reijeka, Gattuso: "Alzare l'asticella, mancano cattiveria e malizia"