Europa League: Uragano Atalanta. Gli orobici annichiliscono il Sarajevo 0-8

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Prestazione ridondante da parte dell’Atalanta che, nella gara di ritorno valevole per il secondo turno preliminare di Europa League, tramortisce il Sarajevo attraverso il punteggio di 0-8. Gli orobici avevano il compito di ribaltare il beffardo 2-2 rimediato sette giorni prima al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia, onde evitare una clamorosa ed inaspettata eliminazione. La banda guidata da Gasperini, dinnanzi ad un “Asim Ferhatovic Hase” pieno in ogni ordine di posto, ha ribadito la propria superiorità tecnica e organizzativa, annichilendo un avversario apparso sin da subito in affanno e di categoria decisamente inferiore.

A rompere gli indugi ci ha pensato Palomino, dopo appena 4 minuti, a seguire è stato il turno del “papuGomez autore di una doppietta, al 15′ e al 28′, frutto di due reti da antologia, attraverso conclusioni dalla lunga distanza che non hanno lasciato scampo al criticato Pavlovic. Nel mezzo la rete di Masiello al 18′. La prima frazione di gioco si è conclusa sullo 0-5 per via della sfortunata autorete di Ahmetovic, al 39′, propiziata nel disperato tentativo di anticipare Palomino su azione da calcio d’angolo.

Nella ripresa, la gara oramai aveva perso d’appeal, in quanto la Dea avesse messo in cassaforte il meritato passaggio del turno. Nonostante ciò i nerazzurri non hanno destato l’impressione di essere scesi in campo solamente per onor di firma ed hanno continuato a martellare gioco, limitando, tra l’altro, le sporadiche folate offensive degli avversari. Nei secondi quarantacinque minuti è andato in scena lo show personale di Musa Barrow, attaccante gambiano classe 1998, autore di una tripletta che difficilmente verrà dimenticata, in quanto siano stati i suoi primi gol in ambito europeo.

Al triplice fischio finale dell’arbitro inglese Attwell, esulta di gioia la Dea che con tenacia e determinazione ha centrato l’obiettivo qualificazione, grazie alla performance sfoderata dalla banda guidata da Gasperini, che ha evidenziato una superiorità schiacciante nei confronti di un Sarajevo apparso inadeguato per i palcoscenici europei e in grande difficoltà sin dalle battute iniziali. Nel terzo ed ultimo turno preliminare di Europa League, con gare d’andata e ritorno in programma i prossimi 9 e 16 agosto, gli orobici affronteranno la compagine israeliana dell’Hapoel Haifa.

Nel frattempo, queste le dichiarazioni rilasciate al termine del match dal tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, alquanto soddisfatto della prestazione sciorinata e del punteggio roboante che ha caratterizzato tale successo in terra bosniaca: “E’ stata una doppia sfida molto strana perché fare 2-2 in casa e 8-0 in trasferta è particolare. Sicuramente abbiamo fatto una nuova esperienza. Siamo partiti molto forte e dopo pochi minuti eravamo sul 3-0. Loro hanno avuto un calo nervoso che ci ha permesso di controllare maggiormente il match. Barrow è un ragazzo che sta facendo molto bene, al di là dei tre gol odierni. Sta bruciando le tappe e sicuramente ha ampi margini di crescita. Nel prossimo turno potremo inserire in rosa Pasalic, speriamo di recuperare Ilicic e di portare al massimo della condizione Zapata per avere maggiori soluzioni. Noi vogliamo arrivare ai gironi e ci impegneremo per raggiungere questo obiettivo. Sappiamo che nel nostro cammino potremo incontrare tante sorprese anche se ora con solo due turni da superare il cammino è un pò più agevole“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: