Shakhtar-Roma, un po’ di normalità: tifosi giallorossi allo stadio

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


La Roma domani sarà impegnata nella gara di ritorno degli ottavi di Europa League. Una partita importante che tra l’altro sarà anche luogo di un importante passo verso la “normalità”. Dopo 382 giorni di stadi chiusi al pubblico, domani, lo stadio di Kiev sarà aperto ai tifosi. Saranno in pochi, ma lo stadio non resterà vuoto come nell’ultimo anno.

Shakhtar-Roma, club giallorosso in Ucraina a sostenere la squadra

La formazione di Paulo Fonseca avrà un piccolo pubblico a sostegno. A Kiev c’è un club di giallorossi che avrà l’opportunità di seguire la partita allo stadio. Un fan club formato da giovani ragazzi e ragazze di nazionalità ucraina che tifano per la Roma, i quali hanno fondato un club “Fronte ucraino”. Il club, nato 17 anni fa, segue la squadra giallorossa con grande passione e domani, in piena pandemia da Covid-19 potranno essere i primi a riassaporare un po’ di normalità, andando allo stadio e tifando per la propria squadra del cuore. Per la partita di domani l’impianto è stato aperto a 15 mila persone, hanno pagato il biglietto 329,63 grivnie, corrispondono a 10 euro, e allo stadio indosseranno per loro scelta, senza alcun obbligatorio le mascherine e rispetteranno il distanziamento. La Roma non sarà sola domani sera all’Olimpico di Kiev, il sostegno sarà importante. I giallorossi, vincendo 3-0 sul proprio campo all’andata, hanno un bel vantaggio e hanno ipotecato il passaggio di turno. Basterà fare bene a Kiev per conquistare i quarti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: