Portogallo, Cristiano Ronaldo: i numeri impressionanti di un fuoriclasse

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

ronaldo-portogallo-630x415
Cristiano Ronaldo come Platini. Il portoghese ha raggiunto Le Roi come miglior marcatore di tutti i tempi del campionato europeo. Con una sostanziale differenza: al francese bastò una sola edizione, per giunta l’unica alla quale abbia partecipato: 9 reti in un torneo non certo lungo come quello attuale, dove una volta finita la fase a gironi si passava alla semifinale, infine alla finale. Diverso il discorso di CR7, che per arrivare ad essere il marcatore numero uno della storia ha dovuto battere prima il record di presenze nel torneo: 9 gol spalmati in 20 presenze, a loro volta divise in quattro edizioni. Questa la classifica All time con tanto di media gol: Michel Platini: 9 reti in 5 presenze (media gol 1,8) Cristiano Ronaldo: 9 reti in 20 presenze (0.45) Alan Shearer: 7 reti in 9 partite (0,78) Ruud van Nistelrooy: 6 reti in 8 partite (0,75) Patrick Kluivert: 6 reti in 9 partite (0,67) Wayne Rooney: 6 reti in 10 partite (0,6) Thierry Henry: 6 reti in 11 partite (0,55) Nuno Gomes: 6 reti in 14 partite (0,43) Zlatan Ibrahimovic: 6 reti in 12 partite (0,5) Marco van Basten: 5 reti in 9 partite (0,56) Jurgen Klinsmann: 5 reti in 9 partite (0,36) Savo Milosevic: 5 reti in 4 partite (1,25) Zinedine Zidane: 5 reti in 14 partite (0,36) Milan Baros: 5 reti in 11 partite (0,45) Mario Gomez: 5 reti in 13 partite (0,38).

James Chester. Questa volta nel poster con Cristiano Ronaldo ci finisce lui, poveretto. Al di là dei numeri è la grande notte di CR7, a Lione: segna un gol saltando letteralmente sopra il difensore sul corner, ne propizia un secondo, vince il duello da Pallone d’oro con Bale e manda il Portogallo alla finale di Euro 2016. Finisce qui la favola del Galles, Cristiano va a Parigi e si metterà sulla strada di Francia o Germania per tentare l’accoppiata Champions-Europeo. Roba da fuoriclasse. Chester scende a terra, lui resta in aria di più, tanto di più, come un Michael Jordan del pallone.

Decisivo dunque Cristiano Ronaldo, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al termine della sfida: “Volevamo questa finale fin dall’inizio. Come dico sempre, è meglio iniziare male per poi finire bene. Ringrazio tutti, adesso il sogno è a portata di mano quindi guardiamo avanti. Spero che questa partita ci porti allegria, siamo a un passo dalla vittoria dell’Europeo e io penso che alla fine trionferemo. Le critiche? Non ci penso, ho lavorato tanto con umiltà e spirito di sacrificio come ho sempre fatto nella mia carriera”.

  •   
  •  
  •  
  •