Ivan Rakitic: “Sono pronto a correre il rischio”

Pubblicato il autore: Demetrio Segui

Non c’è solo il mercato a tenere banco in questo periodo in casa Barcellona. E’ di oggi l’intervista del centrocampista croato Ivan Rakitic, rilasciata a Marca, in cui ha espresso la sua idea circa la situazione attuale che sta vivendo il mondo e, nel suo piccolo, il calcio internazionale. Un’intervista, per molti versi, interessante.

Sono pronto a giocare

Ivan Rakitic ha così espresso la sua idea, riportata in italiano dalla Gazzetta dello Sport: “Sono pronto a correre il rischio di essere contagiato, ma voglio tornare a giocare. Lo dico con la consapevolezza che il rischio sarà molto piccolo, ma anche per la solidarietà con coloro che hanno giocato per noi dal primo minuto e che continueranno così per molti giorni. Dobbiamo giocare con le massime misure di sicurezza, sapendo che non sarà mai sicuro al cento per cento, per noi come per qualsiasi lavoratore. Anche i dipendenti dei supermercati si cambiano negli spogliatoi e hanno le stesse possibilità di contrarre il virus rispetto a noi, o forse anche di più. Loro corrono quel rischio e anche io voglio farlo”. Parole forti che testimoniano la chiara volontà del numero 4 del Barcellona di tornare a calcare l’erba amica del Camp Nou in modo da poter completare la stagione.

Facciamolo per la popolazione

Rakitic ha voluto poi concludere lanciando un messaggio: “Penso che abbiamo quel debito, dobbiamo restituire alla società quel che abbiamo ottenuto in questi anni, non solo in termini economici: dobbiamo far tornare a divertire la gente, perchè non parli solo di virus. Leggo in questi giorni di danni economici, di calendari, di retrocessioni, ma non leggo nulla di passione della gente.” Il vice campione del mondo sceglie dunque di chiudere rivolgendo il pensiero alle persone comuni, a quei tifosi che affollano le tribune del Camp Nou e che sicuramente non vedono l’ora di tornare a farlo. Riuscirà  a convincere gli organi decisionali del calcio?

  •   
  •  
  •  
  •