Biografia di Modric: Mou un sanguigno. Rigore giusto

Pubblicato il autore: Demetrio Segui

biografia di Modric
E’uscita la biografia di Modric. Il talento croato ripercorre quella che è stata la sua vita e la sua carriera costernata da molti successi soprattutto con la maglia dei blancos. All’occhio dei lettori e sui giornali, come oggi la Gazzetta, sono saltati all’occhio due racconti di Modric, uno su Mourinho e Cr7 e l’altro sul rigore in Real Madrid-Juventus.

Biografia di Modric: tra il litgio Mou-Cr7 e….Oliver

Nella biografia di Modric, intitolata “A modo mio” come detto, sono emersi tanti aspetti legati alla vita del giocatore del Real Madrid, ma, principalmente due hanno come si suol dire, attirato l’attenzione di lettori e stampa. Il primo riguarda un litigio tra Cr7 e Mourinho quando entrambi si trovavano ancora al Real Madrid. Ecco quanto racconta Luka Modric:”Quella volta rimasi veramente sbalordito dalla reazione del mister nei confronti di Ronaldo. Giocavamo un match di Coppa di Spagna, vincevamo 2-0: un terzino avversario andò in profondità sul lato sinistro del nostro schieramento, Ronaldo non lo seguì e Mourinho gli gridò nervosamente di marcarlo. Ad azione conclusa continuò a lamentarsi, da lì nacque un vero e proprio litigo. Rientrati nello spogliatoio Ronaldo era disperato, era sul punto di piangere. Disse: Faccio del mio meglio e lui continua a criticarmi. Entrò poi Mourinho, si mise al centro rinfacciandogli con rabbia di non essere stato responsabile durante la partita. Gli animi si scaldarono parecchio, al punto che i compagni furono costretti a intervenire. D’altronde Mourinho è così: ha delle reazioni sanguigne e non le manda a dire a nessuno, non importa chi si trova di fronte.” Il secondo aspetto rilevato dalla gazzetta nella biografia di Modric è legato al famoso calcio di rigore concesso dall’arbitro Oliver in Real-Juventus. Il rigore che portò all’espulsione di Buffon e all’eliminazione della Juventus dopo che era riuscita a impattare il 3-0 dell’andata. Così il croato:”Una decisione sacrosanta, provai del dispiacere vedendo uno come Buffon reagire in quel modo.” Chiosa finale sul pensiero di Modric riguardo la Serie A:“Avevo una passione giovanile per il Milan, ammiravo Boban. Totti, invece, è sempre stato uno dei miei miti.”

Considerando l’antipasto, la biografia di Modric dovrà essere proprio una lettura interessante.

 

  •   
  •  
  •  
  •