Tusquets, presidente del Barcellona: “Avrei venduto Messi”

Pubblicato il autore: Giacomo Morandin Segui


A Barcellona, semmai ci fosse ancora bisogno, è appena scoppiata una nuova bufera interna: il Presidente del Consiglio d’Amministrazione della società blaugrana Carles Tusquets e attuale Presidente ad interim dopo le dimmisioni di Bartomeu, intervistato dall’emittente radiofonica catalana RAC1 si è espresso senza troppi giri di parole sull’aspra battaglia tra Lionel Messi e il Barcellona.

Tusquets su Messi: “Lo avrei venduto”

Lionel Messi è stato chiaramente al centro del dibattito in trasmissione: “Sarebbe stato auspicabile vendere Messi, da un punto di vista economico lo avrei fatto: in Liga ci sono limiti salariali. Purtroppo suppongo che ci fosse uno staff tecnico da consultare prima di cederlo”.

Proprio ieri Neymar, dopo la vittoria del PSG in casa del Manchester United, in conferenza stampa ha ammesso pubblicamente che vorrebbe tornare a giocare con Messi al termine della stagione: “Se Neymar volesse tornare qui, dovrebbe venire gratis, altrimenti no perchè non ci sono i soldi. Il prossimo Presidente dovrebbe fare un miracolo, ma non credo sia fattibile. Se Neymar fosse in vendita e lo staff fosse disposto ad acquistarlo, perchè no?”

Sulla questione del bilancio in rosso, Tusquets è stato molto chiaro sulla situazione difendendo l’accordo tra società e calciatori: “I giocatori non potranno ricevere gli stipendi a gennaio. E’ tutto posticipato, compresi i bonus: la situazione dei nostri conti è drammatica, appena riaprirà lo stadio allora sarà un’altra storia”.

Tornando alla spinosa discussione su Messi, “El Dièz” è sempre più distante dal Barcellona: il contratto come ben noto scade a giugno 2021 e le parti sono più distanti che mai, a maggior ragione dopo l’incontro tra la società e l’entourage di Griezmann e le frasi di Tusquets di questa mattina.

  •   
  •  
  •  
  •