Focus sul mondiale Russia 2018

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Il mondiale di calcio di Russia 2018 che inizierà il 14 giugno e finirà il 15 luglio, sara la ventunesima edizione del campionato mondiale per squadre nazionali maggiori maschili; la FIFA decise di dare la rassegna iridata alla Russia, il 2 dicembre 2010. Questa assegnazione ha suscitato polemiche ed inchieste per sospetto di corruzione che hanno riguardato anche la prossima edizione(Qatar 2022) e tutto ciò ha provocato le dimissioni del presidente della FIFA Sepp Blatter sostituito da Gianni Infantino. Le partite si giocheranno in 12 stadi di 11 città russe (Mosca ha due stadi):

Mosca: Stadio Luzniki e Otkrytie Arena

San Pietroburgo: Zenit Arena

Kaliningrad: Arena Baltika

Kazan: Kazan: Arena

Niznij Novgorod: Stadio Niznij Novgorod

Samara: Futbol’nvj stadion v Samare

Volgograd: Volgograd Arena

Saransk: Mordovija Arena

Rostov sul Don: Rostov Arena

Soci: Stadio Olimpico Fist

Ekaterinburg: Stadio centrale.

Oltre ai padroni di casa della Russia (unica qualificata di diritto), ci saranno altre 31 squadre a darsi battaglia per il titolo di campione mondiale, il 1 dicembre 2017, le 32 squadre sono state sorteggiate e divise in 8 gruppi da 4 squadre, dove le migliori 2 si qualificheranno per gli ottavi di finale, dove si comporrà il tabellone di tipo tennistico ad eliminazione diretta che porterà le finaliste a sfidarsi il 15 luglio allo stadio Luzniki di Mosca.

I gruppi sono stati così sorteggiati:

Gruppo A: Russia-Arabia Saudita-Egitto-Uruguay

Gruppo B: Portogallo-Spagna-Marocco-Iran

Gruppo C: Francia-Australia-Perù-Danimarca

Gruppo D: Argentina-Islanda-Croazia-Nigeria

Gruppo E: Brasile-Svizzera-Costarica-Serbia

Gruppo F: Germania-Messico, Svezia, Corea del Sud

Gruppo G: Belgio, Panama, Tunisia, Inghilterra.

Gruppo H: Polonia-Senegal-Colombia-Giappone

Oltre alla nazionale Italiana, al mondiale 2018 mancheranno anche altre squadre di buon livello, tra tutte l’Olanda di Robben, ma l’elenco è lungo: Ucraina, Turchia, Galles, Stati Uniti e Camerun su tutte.

Comunque, questo sarà il mondiale più ricco della storia con un montepremi record che la FIFA ha messo a disposizione per le 32 nazionali qualificate: infatti il totale ammonta a 682 milioni di euro e la maggior parte di questi soldi andranno alle nazioni partecipanti.
Rispetto al mondiale brasiliano di quattro anni fa l’aumento è stato del 40%; facendo un esempio, la vincitrice del titolo si intascherà 32,7 milioni di euro, la seconda 24,1 milioni, la terza 20,7 milioni e la quarta 19 milioni e così via a scendere, cifre mostruose se paragonate ai montepremi delle rassegne scorse.

Nel marzo scorso si è deciso di mettere un’innovazione significativa al mondiale e cioè l’utilizzo del VAR dove l’arbitro potrà ricorrere all’aiuto del suo video assistente, ma solo in quattro casi: per decidere se convalidare un gol, attribuire un cartellino rosso, analizzare un’azione potenzialmente da rigore e, infine, per correggere un errore di un identificazione di un giocatore già sanzionato.
Ci saranno 36 arbitri e 63 assistenti che rappresenteranno 46 nazioni delle sei confederazioni partecipanti, per l’Italia l’arbitro sarà Gianluca Rocchi di Firenze coadiuvato dagli assistenti Elenito Di Liberatore di Notaresco (Teramo) e Mauro Tonolini di Milano, mentre sono stati scelti come video assistenti al VAR: Daniele Orsato di Schio, Massimiliano Irrati di Pistoia e Paolo Valeri di Roma. Una curiosità degna di nota è che per la prima volta nella storia recente dei mondiali non ci sarà nessun arbitro inglese.

Infine questo mondiale segnerà una svolta storica per la televisione italiana, perchè per la prima volta sarà Mediaset a trasmettere tutte le partite in chiaro in esclusiva, infatti, mai era successo che la Rai rimanesse fuori del tutto da un evento così importante; la rete del Biscione si è aggiudicata l’asta investendo una cifra abbastanza bassa (78 milioni di euro), rispetto alle stime dei mesi scorsi, certamente ha pesato l’eliminazione dell’Italia dalla competizione.

Per tutti gli amanti dei mondiali di calcio, l’appuntamento è giovedì 14 giugno alle ore 18 con i padroni di casa della Russia che affronteranno l’Arabia Saudita allenata dallo spagnolo Juan Antonio Pizzi.
Buon divertimento!

  •   
  •  
  •  
  •