Brasile, Thiago Silva rivela:”Neymar mi ha insultato contro Costa Rica”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Neymar – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Thiago Silva, litigio con Neymar. Una partita tesa, nervosa e vinta nei minuti finali. Brasile-Costa Rica è stato anche il teatro di un litigio tra i due compagni di squadra al Paris Saint Germain. Thiago Silva ha rivelato cosa è successo durante il match contro Costa Rica:”Quando ho restituito palla al Costarica mi ha insultato. Credo però di aver avuto ragione perché quel pallone non ci avrebbe fatto vincere. Sono sereno ma il comportamento di Neymar, che comunque ritengo mio fratellino, mi ha reso triste”. Parole che stanno facendo discutere in Brasile. Non è la prima volta che Thiago Silva rimprovera Neymar. L’ex Barcellona è apparso molto nervoso nell’ultimo match giocato dalla Selecao. Proteste verso l’arbitro, con anche un’ammonizione subita, qualche simulazioni e tante discussioni con gli avversari. Neymar sente la pressione di dover essere il trascinatore del Brasile. 

La prima stagione al Psg non è andata come si pensava. Incomprensioni con i compagni di squadra più anziani, vedi Thiago SilvaCavani, e il lungo infortunio che gli ha fatto saltare quasi metà stagione. In più ai tifosi francesi non è andato giù il comportamento di Neymar durante il periodo in cui era infortunato. Il giorno in cui i compagni festeggiavano la vittoria in Ligue 1, lui postava sui social un video che lo ritraeva mentre giocava a poker. Un atteggiamento che ha fatto infuriare i tifosi del Paris Saint Germain. Il Brasile ha stentato in questo avvio di mondiale e la tensione ha fatto scattare i nervi di Neymar contro Thiago Silva. Magari il gol segnato nel finale contro Costa Rica lo avrà tranquillizzato. Vedremo con la Serbia se sarà stato davvero così.

Neymar, dopo lo screzio con Thiago Silva cosa vuole fare da grande?

26 anni compiuti lo scorso febbraio. L’età in cui si può essere leader, in campo e fuori. Neymar deve decidere cosa vuole essere. La scorsa estate il suo trasferimento dal Barcellona al Psg ha fatto discutere tutto il mondo calcistico. Una scelta la sua che ha lasciato perplessi. Lasciare una delle squadre più prestigiose del mondo, un campionato ricco e affascinante come la Liga, per il campionato francese. L’assalto alla Champions League si è fermato contro l’ostacolo più duro, il Real Madrid. Ai Mondiali 2014 Neymar era il giocatore più cercato, ancora di più di Messi e Cristiano Ronaldo.

Quatto anni dopo i suoi atteggiamenti in campo non sono quelli di un grande campione. Proteste, provocazioni e simulazioni non fanno parte del repertorio di giocatore del suo talento. L’impressione è che Neymar non abbia completato il naturale processo di maturazione tecnica. Certo in questo mondiale la sua condizione non può essere ottimale per via del lungo infortunio. Ma dal 2015, anno in cui vinse la Champions League con il Barcellona, le sue prestazioni non sono migliorate. Anzi. Ora c’è un Mondiale da provare a vincere. Poi ci sarà una nuova stagione con il Psg. Con un nuovo allenatore e compagni da trascinare in Champions League. Vedremo se Neymar avrà capito se è arrivata l’ora di diventare adulto. Sarebbe ora.

  •   
  •  
  •  
  •