Gruppo H Mondiali 2018: risultati e classifica finale

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
PARIS, FRANCE - MARCH 23: The Colombian team pose prior to the International friendly match between France and Columbia at Stade de France on March 23, 2018 in Paris, France. (Photo by Clive Rose/Getty Images)

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Gruppo H Mondiali 2018, il girone più equilibrato. Colombia, Giappone, Polonia e Senegal, citate in rigoroso ordine alfabetico. Già perché queste quattro nazionali formano il girone più incerto della rassegna iridata in terra di Russia. Quattro nazionali, quattro continenti rappresentati e soli due posti validi per la qualificazione.

Gruppo H Mondiali 2018, la Colombia. Nello scorso campionato del mondo si sono fermati ai quarti di finale contro il Brasile, questo è anche il miglior risultato della storia dei Cafeteros ai Mondiali. La Colombia si presenta in Russia con i soliti pregi e i soliti difetti. Grande qualità in avanti, dove la coppia Falcao-James Rodriguez promette spettacolo. Qualche problema in più in difesa, dove il leader è il giovane Davinson Sanchez. Il commissario tecnico è l’argentino José Pekerman, 69 anni a settembre, in carica dal 2012.

Gruppo H Mondiali 2018, il Giappone. In Brasile nel 2014 i Samurai si fermarono al girone eliminatorio. In Russia vogliono superare il primo turno ed eguagliare il loro miglior risultato ai campionati del mondo. La stella della squadra è Kagawa, fantasista del Borussia Dortmund. Tra le fila del Giappone ci sono anche Honda e Nagatomo, vecchie conoscenze del campionato italiano di serie A. Il commissario tecnico è Akira Nishino, 63 anni e in carica dal 2018.

Gruppo H Mondiali 2018, la Polonia. Forse è la squadra favorita per vincere il raggruppamento. La nazionale polacca ha grandi giocatori, come Szczesny in porta o Lewandowski in attacco. Un gruppo di giocatori che può anche sognare di raggiungere il podio, come nel 1982 quando la Polonia venne sconfitta in semifinale dall’Italia. Ci sono tanti volti noti al pubblico italiano, come l’ex Torino Glik e la coppia napoletana Zielinski-Milik. Il commissario tecnico è Adam Nawalka, 61 anni da compiere a ottobre e in carica dal 2013.

Gruppo H Mondiali 2018, il Senegal. Sulla carta è la squadra africana più forte, ma dovrà cercare di dimostrarlo sul campo. Il Senegal è alla sua terza partecipazione ad un campionato del mondo. Nel 2002 in Giappone e Corea del Sud arrivò fino ai quarti di finale. In difesa c’è il colosso del Napoli Koulibaly, mentre in avanti c’è Mané del Liverpool. In più ci sono il torinista Niang e l’ex laziale Keita. Il commissario tecnico è Aliou Cissè, 42 anni e in carica dal 2015. Cissè è l’allenatore più giovane presente al mondiale di Russia.

Gruppo H Mondiali 2018, il calendario

Giornata 1 – 19 giugno

Colombia-Giappone = 1-2 (Kagawa, Quintero, Osako)
Polonia-Senegal = 1-2 (Cionek autogol, Niang, Krychowiak)

Giornata 2 – 24 giugno

Colombia-Polonia= 3-0 ( Mina, Falcao, Cuadrado)
Senegal-Giappone = 2-2 (Manè, Inui, Wague, Honda)

Giornata 3 – 28 giugno

Colombia-Senegal 1-0 (Mina)
Giappone-Polonia 0-1 (Bednarek)

Classifica

Punti    Differenza Reti

Colombia         6                    +3
Giappone          4                    0
Senegal              4                   0
Polonia              3                   -3

Passano il turno Colombia e Giappone.

  •   
  •  
  •  
  •