Mondiali, è la sesta volta che la squadra detentrice perde all’esordio

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui
MOSCOW, RUSSIA - JUNE 17: The Germany team pose for a team photo prior to the 2018 FIFA World Cup Russia group F match between Germany and Mexico at Luzhniki Stadium on June 17, 2018 in Moscow, Russia. (Photo by Dan Mullan/Getty Images)

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Accade di rado che la squadra detentrice perda all’esordio di un mondiale e quella di ieri è stata la sesta volta nella storia della competizione; questa volta è toccato alla Germania contro il Messico, che con un gol di  Lozano al 35′ minuto è riuscita a prevalere sorprendentemente contro gli uomini del c.t. Low; ma andiamo a vedere nel dettaglio quali sono state le altre cinque volte dove si è consumata la sorpresa nel match d’apertura.

La prima volta a scivolare sulla classica buccia di banana all’esordio, fu proprio la nostra nazionale (campione nel 1938 in Francia), che nel mondiale del 1950 giocato in Brasile, il primo dopo la seconda guerra mondiale, perse all’esordio contro la Svezia per 3-2 che andò a segno con una doppietta di Jeppson e goal di Andersson, per gli azzurri andarono a segno Carapellese e Muccinelli.

Da allora, dovettero passare ben 32 anni per trovare un’altra nazionale campione uscente sconfitta nel match inaugurale e accadde quando l’Argentina di Maradona perse a Barcellona contro il Belgio per 1-0 con rete decisiva di Vandebergh.

Sempre l’Albiceleste nel 1990 nel mondiale organizzato dall’Italia perse ancora all’esordio, questa volta allo stadio Giuseppe Meazza di Milano contro gli africani del Camerun di Roger Milla e anche in quest’occasione per 1-0 con gol di Omam-Biyik su papera del portiere Pumpido; da ricordare che il leoni indomabili al momento del gol, avvenuto al 67′ minuto, erano in 10 da sei minuti per l’espulsione di Kana-Biyik; senza dubbio quel giorno si consumò una delle più clamorose sorprese della storia del mondiale di calcio.

Dodici anni dopo nel mondiale nippo-coreano del 2002 un’altra nazionale africana fece l’impresa di battere all’esordio la squadra detentrice, questa volta fu il Senegal che affondò i galletti di Zinedine Zidane con un gol da seduto di Boupa Diop alla mezz’ora di gioco.

Infine quattro anni fa, nel mondiale brasiliano, ci fu il clamoroso flop della della Spagna, che da campione uscente venne umiliata dall’Olanda addirittura per 5-1 nonostante la rete del vantaggio siglata da Xabi Alonso su calcio di rigore. Ma dopo il vantaggio delle “furie rosse” gli orange si scatenarono con le doppiette di Van Persie e Robben e gol di De Vrij,  vendicando la finale persa di misura nel 2010 nel mondiale giocato in Sudafrica.

  •   
  •  
  •  
  •