Mondiali 2018, Shearer: “Le speranze dell’Inghilterra risiedono nell’undici iniziale”

Pubblicato il autore: Ettore Culicetto Segui

during the International Friendly match between England and Nigeria at Wembley Stadium on June 2, 2018 in London, England.

Stando a quanto riporta The Sun, Alan Shearer sarebbe rimasto molto perplesso a seguito della prestazione della nazionale inglese contro quella belga. Sebbene in molti ritengano sia stato meglio qualificarsi come seconda del girone per finire sulla parte destra del tabellone (dunque quella ritenuta più abbordabile), l’ex attaccante della nazionale inglese ha manifestato tutte le proprie preoccupazioni in relazione all’importante differenza in termini di qualità che intercorre tra la squadra titolare e le riserve.

Shearer con molta lucidità ha sottolineato di comprendere alla perfezione che il secondo posto sarebbe stato migliore del primo in termini “strategici”, ciononostante ha affermato che nessuna squadra al mondo scende in campo per perdere. L’analisi portata avanti verte in primo luogo sul morale della squadra, con l’ex Newcastle che ha sostenuto che adesso il Belgio, essendosi qualificato alla fase successiva con 3 vittorie su 3, avrà la sensazione di poter battere chiunque mentre invece l’Inghilterra potrebbe veder diminuire il proprio slancio.

Continuando sul piano tecnico, Shearer ha sostenuto che se questa partita doveva servire alle riserve per mettersi in mostra e dunque rimescolare le gerarchie della squadra, queste di certo non hanno colto l’occasione, puntando il dito su due giocatori nello specifico: Rashford e Rose. L’ex attaccante infatti ha dichiarato che a suo avviso è molto improbabile che il giocatore del Manchester United parta ancora titolare, specialmente se si pensa alla grandissima occasione sprecata nell’uno contro uno davanti a Courtois: “Mi aspettavo Rashford segnasse quando si è ritrovato davanti al portiere, questo è il tipo di occasione che abbiamo bisogno di concretizzare se vogliamo lasciare il segno in questa competizione, specialmente se si pensa che nella fase a eliminazione diretta potremmo avere solamente una chance del genere in tutta la partita“.

Parole particolarmente dure sono state anche quelle riservate a Danny Rose, reo di essersi lasciato ipnotizzare in maniera decisamente troppo semplice da Adem Januzaj in occasione del gol che è valso la partita al Belgio: “Danny Rose? Beh, sicuramente non ha fatto nulla per convincere l’allenatore a promuoverlo titolare sulla fascia sinistra“.

Dunque Shearer non sembra avere molti dubbi sul fatto che Gareth Southgate in occasione della partita contro la Colombia schiererà nuovamente la formazione iniziale proposta contro la Tunisia, dicendosi convinto che le speranze della propria nazionale di riuscire a portare a casa il tanto ambito trofeo che manca dal lontano 1966 risiedano tra le mani dell’undici titolare: del resto i tifosi inglesi ci credono, e chissà che questa volta il mondiale non possa “tornare a casa” davvero.

  •   
  •  
  •  
  •