Mondiali 2018: Mario Mandzukic, c’è birra per tutti

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
KALININGRAD, RUSSIA - JUNE 16: Luka Modric of Croatia celebrates with teammates after scoring a penalty for his team's second goal the 2018 FIFA World Cup Russia group D match between Croatia and Nigeria at Kaliningrad Stadium on June 16, 2018 in Kaliningrad, Russia. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Che Mandzukic sia un calciatore generoso è oramai noto. Il croato sia con addosso la maglia della Juventus che con quella del suo Paese, non si limita ad un ruolo di punta offensiva ma dispensa fatiche anche in fase di ripiegamento, fornendo un elevato contributo per i suoi compagni di squadra. Che Mandzukic, però, fosse un uomo dal cuore grande non tutti lo sapevano, ed invece in occasione della sfida andata in scena sabato sera tra Russia e Croazia, “Mister No Good” ha speso ben 4.000 euro con lo scopo di rifornire di birra il suo paese natale, ovvero Slavonski Brod, così da allietare i suoi concittadini durante la visione della partita.

Un numero elevato di casse di birra che chissà se siano state sufficienti considerando che la gara si sia protratta fino ai calci di rigore. Indubbiamente saranno stati sorsi dolci e soavi considerando che la Croazia, dopo ben vent’anni d’attesa, sia tornata prepotentemente tra le prime quattro al mondo e mercoledì sera avrà l’opportunità di aggiudicarsi l’accesso in finale se dovesse battere l’Inghilterra. Mandzukic, ovviamente, sarà titolare e proverà a sciorinare la sua solita prestazione fatta di agonismo, tenacia e determinazione, con lo scopo di issare la nazionale  balcanica sul tetto del mondo.

L’attaccante in forza alla Juventus, sino ad ora, sta disputando un buon Mondiale, impreziosito dalla rete messa a segno agli ottavi contro la Danimarca e dall’assist sfoderato in occasione del gol del provvisorio pareggio della Croazia, griffato da Kramaric, contro la Russia. Oltre a ciò sono da sottolineare le performance messe in mostra durante la fase a gironi,  sia contro la Nigeria, in cui Mandzukic propiziò l’autorete degli africani e si procurò il rigore messo a segno da Modric, che con l’Argentina, in cui SuperMario mise alle corde la retroguardia albicelste. Mandzukic, quindi, non solo calciatore alquanto sublime ed insostituibile ma anche, come detto, uomo dal cuore d’oro e dalla spiccata generosità e chissà se ripeterà tale gesto di magnificenza anche in vista di mercoledì sera, quando occorrerà tanta birra, soprattutto in corpo, per superare un’Inghilterra vivace e intraprendente. Slavonski Brod è unita e compatta nel tifare la propria Nazionale e nel sostenere a gran voce l’idolo di casa, perché trovare chi possa offrire birra a volontà non è di certo regalia di tutti i giorni.

  •   
  •  
  •  
  •