Italia: la ruota della fortuna gira sempre! Ma la colpa è nostra…siete d’accordo?

Pubblicato il autore: Andrea Milano


L’Italia è fuori dal Mondiale. Per la seconda edizione consecutiva. Questo è un dato di fatto, una certezza, una notizia, che nessun italiano avrebbe mai voluto avere. E fa male, molto male, forse come non mai, perché siamo i Campioni d’Europa in carica. Prima di analizzare soggettivamente l’accaduto era doveroso fare questa premessa brutale. Nel titolo si fa riferimento alla fortuna, ecco perché: nell’Europeo dove ci siamo laureati campioni mettendo in fila Belgio, Spagna e i padroni di casa inglesi la fortuna ci ha assistito, è innegabile, anche se non è stata solo fortuna, l’Italia di Mancini ha giocato, meritato, stupito, meravigliato ed è stata anche un po’ fortunata. Abbiamo battuto le squadre fortissime appena elencate ma non facciamo fatica a ricordare Italia-Austria, il gol annullato ad Arnautovic per fuorigioco di centimetri. E se fosse stato buono quel gol? Partita quella poi vinta ai supplementari. Da li in avanti vittoria con il Belgio e poi ai rigori sia con la Spagna che con l’Inghilterra. Il dopo lo conosciamo…la fortuna dell’Europeo ha deciso di invertire la rotta ieri sera quando la Macedonia del Nord con un tiro in porta ha vinto la partita, ma questa è una storia che non aveva senso di essere raccontata, non doveva esistere. La fortuna all’Europeo è stata dalla nostra parte perché noi ce la siamo andata a cercare, ieri sera l’abbiamo evitata.

Leggi anche:  Giappone-Croazia, streaming gratis e diretta tv Rai 1, Rai 2 o Rai Sport? Dove vedere Mondiali 2022

I demeriti dell’Italia nella mancata qualificazione al Mondiale

Non è stata solo sfortuna a non farci andare al Mondiale per il secondo anno consecutivo. Assolutamente no. I demeriti li abbiamo, eppure tanti. A partire dalla partita pareggiata a Firenze contro la Bulgaria post Europeo, al rigore sbagliato contro la Svizzera a Roma nei minuti finali. Per non dimenticare il rigore sbagliato all’andata sempre contro gli elvetici che di fatto grazie a quei 2 episodi sono arrivati avanti a noi. Ieri non la classifichiamo, o meglio la mettiamo tra le peggiori pagine della storia. Fermo restando che poi saremmo dovuti andarcela a giocarcela in Portogallo. Ma ogni partita ha e avrebbe avuto una storia a se. In Italia siamo tutti allenatori, soprattutto quando gioca la Nazionale, ovviamente non serve, ma alcune considerazioni vanno fatte. Ha avuto senso lasciare gente come Scamacca e Zaniolo addirittura in tribuna? Far giocare giocatori come Jorginho (che aveva nella testa i due rigori sbagliati nelle qualificazioni) che sembrava uno zombie, Barella che non è in condizioni ottimali, e via dicendo, chi più ne ha più ne metta. Ha avuto senso dare riconoscenza a qualche giocatore che probabilmente era bloccato nelle gambe e soprattutto nella testa invece di giocarsela con i più in forma e i più giovani? Domande e considerazioni lecite a mio avviso. Magari non sarebbe cambiato niente, ma forse saremmo andati incontro alla fortuna…e al Portogallo.

  •   
  •  
  •  
  •